Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fara Sabina zona rossa. Il Comune vuole un centro vaccinale

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Fara in Sabina, neanche l’istituzione della zona rossa ha creato un “canale preferenziale” per l’apertura di un centro vaccinale. Anzi. A sentire le parole del sindaco, Roberta Cuneo, la strada sembrerebbe essere ancora tutt’altro che in discesa. “A quanto pare – tuona il primo cittadino farense senza mezzi termini – la Asl di Rieti ha optato per l’apertura di centri in altri territori della provincia, nonostante i numeri, forse, direbbero che la vera emergenza, oggi, si sta vivendo qui”.

 


Ciò nonostante al momento sul tavolo c’è solo l’ipotesi, tutt’altro che formalizzata dalla dirigenza della Asl reatina, di istituire un centro vaccinazioni autorizzato nei locali della Croce Rossa della Bassa Sabina, a Passo Corese, dove è prevista la somministrazione dei vaccini da parte dei medici di base del territorio. Per questo, ora, l’amministrazione comunale punta molto sull’apertura alle farmacie, che hanno ottenuto la possibilità di somministrare il vaccino Johnson&Johnson, in arrivo in tutta Italia, per poter accelerare la risposta medica verso il territorio. Eppure i numeri del vicino centro vaccinale di Fiano Romano, che raccoglie un elevato numero di persone proprio da Fara Sabina e Passo Corese (e che somministra ogni giorno circa 200 dosi si fiero Pfizer), indicherebbero come un centro vaccinale possa essere più che una semplice opzione.

 

 

Per questo anche le minoranze consiliari, in particolare “Fara Merita” e “Il Ponte”, tornano sull’argomento, sollecitando l’amministrazione comunale: “Abbiamo appreso che presto saranno autorizzate per le somministrazioni anche farmacie del territorio, un’ottima notizia – commenta Daniela Simonetti de “Il Ponte” - ma ritenendo di straordinaria importanza la velocità con cui si somministreranno i vaccini nelle prossime settimane per poter tornare ad un minimo di ripresa delle nostre attività, sarebbe sicuramente opportuna l'autorizzazione di un centro vaccinale ulteriore anche a Fara”. “E’ necesario accelerare le somministrazioni e quindi il tema del Centro Vaccinale resta attuale – ribattono i consiglieri di Fara Merita Lara Scipioni, Franco Cipriani e Vincenzo Mazzeo -. Avere un centro vaccinale è fondamentale per uscire da questa situazione, si proceda al più presto alla sua individuazione”.