Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fara Sabina in zona rossa. Scuole aperte, screening per 1400 studenti con i tamponi pagati da Amazon

Coronavirus tamponi

  • a
  • a
  • a

Fara in Sabina, tutto chiuso, ad eccezione delle scuole. Come disposto dall’ultimo decreto Draghi, infatti, anche in zona rossa i plessi di ogni ordine e grado, fatta eccezione per le scuole superiori, riapriranno dopo Pasqua, senza che nessuno, dalle Regioni ai Comuni, possa emanare ordinanze stringenti su questo punto. Pertanto anche a Fara Sabina, appena tornata in zona rossa per 14 giorni, il prossimo 7 aprile le campanelle di asili, elementari e medie torneranno a suonare. Prima di quel giorno, però, vista l’incidenza della pandemia sul territorio e la grande preoccupazione che si percepisce nelle frazioni del Comune, l’amministrazione ha disposto un maxi-piano di screening che, tra domani e martedì, porterà tutti i 1.400 studenti delle scuole a sottoporsi a tampone rapido, anche grazie ad un accordo con Amazon, che donerà 5 mila euro alla Croce Blu Sabina per i controlli. “Domani, attraverso 7 postazioni – spiega il sindaco, Roberta Cuneo effettueremo i tamponi per tutti gli studenti delle frazioni e per quelli della primaria di Passo Corese. Martedì, invece, sarà la volta degli studenti delle elementari e delle medie. L’obiettivo è quello di consentire un rientro in sicurezza”.

 

Il presidente della Provincia di Rieti, Mariano Calisse, si stringe alla popolazione: “Sono vicino alla comunità tutta di Fara Sabina e in particolare al sindaco, Roberta Cuneo, che già da qualche giorno aveva intuito la gravità della situazione legata all'innalzamento dei contagi. Proprio per questo motivo aveva già predisposto per il comune misure restrittive più stringenti rispetto a quelle nazionali e chiuso le scuole nei giorni del 30 e 31 aprile. Ho fiducia nell'operato delle istituzioni locali e garantisco la massima collaborazione della Provincia per adottare le misure disposte".

 

"La speranza - ha continuato - è che con pochi giorni di sforzo e sacrificio per la popolazione e le attività commerciali, Fara possa uscire da questa situazione. Tutto questo ci fa capire che l'unica soluzione alla pandemia e alle conseguenti chiusure imposte da essa è la campagna vaccinale”.