Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, ponti e viadotti. Tre milioni e mezzo per i lavori di manutenzione

  • a
  • a
  • a

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 3,5 milioni per l’adeguamento e la messa in sicurezza dei ponti sull’ampia rete stradale gestita dalla Provincia di Rieti. Il finanziamento sarà una occasione per la manutenzione dei fossi, canali e scoli sottostanti, la priorità verrà data alla Piana Reatina
Parlando di ponti sulle strade provinciali non bisogna pensare a grandi viadotti, piuttosto agli innumerevoli piccoli ponti, che nella maggior parte dei casi attraversano piccoli corsi d’acqua, su cui si transita percorrendo le spesso tortuose strade provinciali. Strutture comunque importanti e con una funzione di rilievo nel contenimento dei fenomeni spesso dannosi derivanti dal dissesto idrogeologico. Il finanziamento ricevuto dalla Provincia di Rieti deriva da un capillare monitoraggio che ha portato ad avere un elenco dettagliato delle strutture su cui intervenire. 

 


“Tutte le strutture che necessitano di adeguamento saranno oggetto di manutenzione - precisa il presidente della Provincia Mariano Calisse anche quelli che apparentemente ne avrebbero minore necessità, in questo modo coglieremo l’occasione per intervenire su fossi e canali sottostanti”.  Tra i ponti più importanti figura il “ponte Turano”, sulla via Tancia a ridosso della città di Rieti, che necessita di un adeguamento, anche a seguito dei recenti fatti che hanno portato il corso del fiume per giorni a sopportare una enorme quantità d’acqua, finendo poi per tracimare provocando allagamenti diffusi su tutto il territorio della Piana Reatina. Forse proprio questi accadimenti hanno fatto diventare la manutenzione di ponticelli e fossi di quella zona una priorità per l’amministrazione provinciale. Certamente infatti, anche la scarsa manutenzione di quelle infrastrutture e di fossi e canali, spesso ostruiti e non nelle condizioni di permettere il deflusso in maniera ottimale, ha influito negativamente favorendo le esondazioni. 

 


 

“Almeno la metà della cifra di cui la Provincia di Rieti è risultata destinataria dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti verrà impiegato - continua il presidente Mariano Calisse - per intervenire nella fitta rete di canali e ponticelli nella Piana Reatina, questo permetterà di contribuire a prevenire nuovi infausti episodi come quelli che recentemente hanno interessato questa parte di territorio”.  Sistemi complessi, sia quello delle strade di competenza provinciale, che nel complesso assommano a ben mille e cento chilometri, sia quello degli innumerevoli piccoli corsi d’acqua, che comunque svolgono funzioni importanti, che finalmente possono tornare a giovare dell’attenzione delle autorità nazionali e locali.