Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, prende a coltellate il patrigno durante lite. Arrestato giovane di 22 anni a Frasso Sabino

  • a
  • a
  • a

Accoltella il patrigno durante una lite in casa. Paura nella serata del 22 marzo in un'abitazione di Frasso Sabino. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Poggio Mirteto hanno arrestato un 22enne di Frasso Sabino - le iniziali sono P. R. - per aver tentato di uccidere, secondo la ricostruzione dei militari, il patrigno di 58 anni. Per lui l'ipotesi di reato è pesantissima: tentato omicidio.

 

Verso le ore 20 del 22 marzo i militari sono intervenuti, a seguito della richiesta pervenuta dalla madre dell’arrestato, presso l’abitazione familiare, in quanto il ragazzo, al termine di una breve e furiosa lite scaturita per futili motivi, ha aggredito l’uomo colpendolo dapprima con alcuni pugni sferrati al volto e successivamente con un coltello da cucina con il quale ha attinto il malcapitato all’altezza della testa provocandogli ferite all’orecchio sinistro. Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Poggio Mirteto in casa si era scatenata una furiosa lite. Il figlio della donna ha aggredito il patrigno. Prima pugni e spintoni, poi ha impugnato una lata ferendo in modo preoccupante l'uomo alla testa. Quando sono arrivati i carabinieri l'uomo era sanguinante mentre il ragazzo, che lo aveva appena aggredito, ha continuato a minacciarlo e insultarlo.

 

L’uomo è stato soccorso immediatamente dai militari intervenuti e dai sanitari del 118 che lo hanno trasportato presso l’ospedale di Rieti ove è stato trattenuto in “osservazione” anche se le lesioni sono risultate non gravi. Tuttavia stando ai racconti dei testimoni i carabinieri hanno ipotizzato il tentato omicidio. Quelle coltellate, anche se potenzialmente, potevano uccidere. Per questo è stato deciso l'arresto del giovane che è stato arrestato. Il giovane, vista la tipologia dell’aggressione che solo fortunosamente non ha avuto conseguenze più gravi, è stato arrestato e condotto dai militari in carcere a disposizione del Magistrato della Procura della Repubblica di Rieti.