Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino Astrazeneca, lotto ritirato. Dosi iniettate anche a Rieti

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

“Negli ultimi due giorni abbiamo somministrato circa 200 mila dosi ogni 24 ore. In Italia tutti i vaccini utilizzati sono efficaci e sicuri e il vaccino è l'arma fondamentale che abbiamo per superare questa fase" ha detto il Ministro della Salute Roberto Speranza, durante l’incontro con le Regioni di ieri. Ma a Rieti dopo la notizia che l’Aifa, Agenzia italiana del farmaco ha deciso in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca, molti cittadini, appartenenti a personale della scuola docente e non e forze dell’ordine, hanno iniziato a chiamare numeri della Asl e i loro medici di base chiedendo cosa fare visto che a molti di loro erano state somministrate le dosi appartenenti al lotto ritirato per avere indicazioni più precise su cosa fare. Ma è chiaro che, essendo già trascorso del tempo, la situazione sembra essere sotto controllo

 


La paura però rimane visto che ieri pomeriggio l’Aifa ha vietato per precauzione l’utilizzo del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca specificando che “sono stati segnalati eventi avversi gravi in concomitanza con la somministrazione”. Ma la vaccinazione non può fermarsi e ieri sera è iniziata la distribuzione nelle varie Regioni delle 295.200 dosi di vaccino AstraZeneca arrivate ieri mattina all'aeroporto di Pratica di Mare. Le dosi saranno distribuite in 101 farmacie e 11 siti di stoccaggio della Difesa, a cura delle Forze Armate nell'ambito dell'Operazione Eos, diretta dal Comando Operativo di vertice interforze. Quindi anche a Rieti si proseguirà regolarmente con la vaccinazione visto che le somministrazioni del lotto ritirato risalgono anche a diversi giorni ma il numero complessivo ufficiale delle dosi AstraZeneca somministrate a Rieti ancora non si conosce. La cosa certa è che le dosi di quel lotto sono state somministrate anche a Rieti, come risulta dai fogli rilasciati prima dal medico di medicina generale e poi dal centro vaccinale. Al momento anche l’Ema ha ribadito che non è attestabile al cento per cento che a causare malori o decessi sia stato il vaccino incriminato. Alla Asl comunque in queste ore non sono arrivate notizie di sospensioni o cancellazioni di vaccini AstraZeneca. 

 


Sempre la Asl oggi svolgerà uno screening con esecuzione di tamponi molecolari in modalità drive-in nel comune di Monte San Giovanni, in provincia di Rieti.  Il drive-in, sarà svolto dalle equipe del Servizio di Assistenza Proattiva Infermieristica aziendale, a partire dalle ore 9,30 in piazza Claudio Battella.