Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, spaccio a Passo Corese: arrestato 55enne. Sotto sequestro 60 grammi di cocaina e hashish

  • a
  • a
  • a

Nel pomeriggio di ieri, 10 marzo,  i carabinieri della stazione di Passo Corese, insieme ai militari stazione di Montelibretti, hanno arrestato D.E., 55enne, di Passo Corese, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti tipo hashish e cocaina.

 

I militari della stazione di Passo Corese, nel corso di specifico servizio volto a contrastare il traffico illegale di sostanze stupefacenti, hanno raccolto informazioni, confermate da quelle in possesso dei militari della limitrofa stazione di Montelibretti, di un’attività di spaccio in corso da parte di un soggetto, vecchia conoscenza delle forze dell'abitazione. I carabinieri dunque hanno seguito la pista "suggerita" dall'attività informativa che era stata messa in piedi ed effettivamente hanno notato dei movimenti strani da parte dell'uomo. Hanno, quindi, effettuato la perquisizione dell’abitazione del 55enne, rinvenendo 55 grammi circa di hashish e 7 circa di cocaina, già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, oggetti utili al confezionamento dello stupefacente e la somma di 1.150 euro in contanti, verosimilmente, secondo gli investigatori provento dell’attività di spaccio.   Secondo gli investigatori l'uomo aveva messo in piedi un giro di spaccio tra i due comuni limitrofi soprattutto nella zona di Passo Corese.  Le informazioni raccolte dai carabinieri delle due stazioni si sono rivelate fondate. Ora i militari stanno cercando di stabilire quale era il canale di approvvigionamento utilizzato per far arrivare la droga in Sabina. Come detto l'uomo era già conosciuto dalle forze dell'ordine. Da stabilire anche quanto era vasto il giro messo in piedi ultimamente dall'uomo.

 

L’arrestato è stato condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida dinanzi al Giudice del Tribunale di Rieti. Il giudice dovrà stabilire se convalidare l'arresto che è stato portato a termine d'iniziativa dai carabinieri. Una volta presa questa decisione, visto anche il curriculum dell'uomo, dovrà decidere se confermare la misura cautelare degli arresti domiciliari.