Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fiano Romano, si spacca il centrosinistra. Il Pd candida a sindaco Nicola Santarelli

  • a
  • a
  • a

Fiano Romano, e spaccatura fu. Prima annunciata (e anticipata dal Corriere di Rieti), ora ufficializzata e pronta ad animare l’imminente campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale. Il Partito democratico di Fiano Romano, ieri sera 3 marzo, ha ufficializzato la candidatura a sindaco di Nicola Santarelli, atto ultimo della frattura con Articolo Uno e il sindaco uscente, Ottorino Ferilli, di cui Santarelli è, ancora oggi, collega di maggioranza e assessore ai lavori pubblici. 

 


 

“Dopo un’attenta riflessione condivisa e concertata con i propri iscritti, sulla situazione politica e amministrativa del proprio Comune, in vista delle prossime elezioni amministrative per l'elezione del sindaco ed il rinnovo del consiglio comunale, il Pd di Fiano Romano ha chiesto a Nicola Santarelli, attuale assessore ai lavori pubblici, la sua disponibilità a candidarsi alla carica di sindaco – si legge in una nota dei dem fianesi -, siamo consci infatti che Nicola abbia quella autorevolezza, maturità e capacità amministrativa necessarie e che possa essere il sindaco di tutti e di tutte. Siamo felici di comunicare a iscritti, militanti ed elettori del nostro partito ed alla cittadinanza tutta che Nicola Santarelli, con grande senso di responsabilità e consapevole dell’impegno che lo attende, stante il delicato periodo pandemico che stiamo vivendo, ha accolto l'invito del partito del quale è fondatore. Nei prossimi giorni Santarelli incontrerà la coalizione di centrosinistra che si è costituita attorno al Pd, per sottoporre la sua candidatura, così come individuata ed espressa, al vaglio della coalizione stessa, per proseguire il percorso programmatico e partecipato avviato”.

 


La candidatura, in men che non si dica, incassa l’endorsement dell’assessore regionale ai lavori pubblici ed ex sindaco di Monterotondo, nonché dominus del Pd nell’area tiberina, Mauro Alessandri, che a stretto giro commenta: “Conosco Nicola da tanti anni, e tra sintonie – molte - e qualche, anche dura, incomprensione, non ci siamo mai persi. Fiano Romano è una bellissima comunità, cui sono molto legato, per ragioni personali e politiche. Da qualche mese il Pd a Fiano ha avviato una discussione, un ragionamento sulle modalità e gli strumenti partecipativi con i quali costruire il futuro della città. Oggi propone, non impone, Nicola Santarelli come guida di questo processo, mettendo la sua competenza e la sua passione a servizio di una coalizione ampia, che vuole includere ancora, partendo dai contenuti. Da ciò che unisce, dalle energie positive, dalle donne e dagli uomini del fare. Ho alta considerazione del dibattito che si svilupperà lo seguirò con interesse e rispetto, senza spirito di tifoseria”. 
Alessandri non manca di rimarcare “una forte amicizia con il sindaco Ottorino Ferilli, che è un grande sindaco e una persona limpida e competente”; affermazione che, però, non nega le frizioni che i due esponenti politici hanno avuto negli ultimi mesi, in ultima quella che ha portato, a conti fatti, alla spaccatura del centrosinistra di Fiano Romano, e alla conseguente “doppia candidatura” di Davide Santonastaso, spinto dallo stesso Ferilli, e di Nicola Santarelli, come espressione del Pd.