Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, a febbraio elevate dalla polizia stradale 400 multe

  • a
  • a
  • a

Rieti, un mese di incessante attività per la polizia reatina. I numeri del lavoro degli agenti della Squadra mobile reatina, infatti, confermano il continuo controllo del territorio in tutta la provincia intensificato dal Questore di Rieti Maria Luisa Di Lorenzo.
Durante il mese di febbraio costante è stato il controllo delle pattuglie della polizia che hanno vigilato le aree del capoluogo e al Terminillo, particolarmente frequentata da escursionisti del Lazio a causa dei lockdown anti Covid-19 che hanno determinato il divieto di spostamenti fuori dalla regione di residenza, procedendo al controllo di oltre 200 veicoli e 250 persone, alcune delle quali sono state sanzionate per aver violato le norme anti covid-19. Da ricordare anche la sanzione comminata ad un esercizio pubblico reatino i cui gestori sono stati sorpresi mentre effettuavano la vendita di bevande dopo l’orario di chiusura imposto dalla vigente normativa e che ha comportato anche la sanzione accessoria della chiusura del locale per cinque giorni. 

 

La Stradale, invece, oltre a vigilare sulle principali arterie stradali della provincia reatina, per la sicurezza degli utenti e per il controllo sulla legittimità degli spostamenti extraregionali, ha impiegato su strada, come ogni mese, oltre 50 pattuglie a settimana. Complessivamente gli agenti hanno controllato oltre 1000 veicoli ed altrettante persone, alle quali sono state elevate oltre 400 sanzioni al codice della strada per il mancato rispetto di importanti norme di comportamento basilari per la sicurezza della circolazione stradale e dei suoi utenti. Anche la Postale, oltre ai consueti monitoraggi di siti web e alle attività di contrasto ai reati informatici, hanno concorso nei servizi di controllo del territorio, identificando oltre 100 persone ed effettuando 100 controlli in uffici postali.

 

 

Insomma la polizia sta garantendo un sistema di controlli in questo difficile momento della pandemia anche per far rispettare le norme per contenere i contagi Covid-19.