Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, buche sulle strade appena rifatte a Villa Reatina

  • a
  • a
  • a

Il quartiere di Villa Reatina di nuovo alle prese con le buche nell’asfalto a pochi giorni dalla nuova bitumatura. I residenti protestano e l’opposizione attacca l’amministrazione comunale con il sindaco Antonio Cicchetti che ricorda come “l’opera non ha ancora superato la fase di collaudo e quindi se la ditta vorrà vedere riconosciuto il pagamento dei lavori, dovrà rifare ciò che non è stato fatto a regola d’arte”. Dalla giunta arriva anche la voce dell’assessore all’Urbanistica Antonio Emili che, pur ammettendo gli errori fatti da chi ha steso il manto stradale, difende nel complesso il lavoro svolto e rispedisce al mittente le critiche degli esponenti di centro sinistra colpevoli, a suo dire, “di anni di abbandono del quartiere”.

 


Asfalto nuovo, buche nuove ed i consiglieri di opposizione nella piazza virtuale non usano il fioretto. Mauro Rossi prende l’accaduto come emblema dell’operato della giunta “questa bitumatura, riassume perfettamente l’operato di questa amministrazione: capitolato pessimo, così come la giunta e tanta tanta speculazione, condita da comunicati roboanti e comunicazione quasi ossessiva per sottolineare la loro presunta bravura”, mentre Alessio Angelucci trova l’accaduto “un modo bizzarro di buttare i soldi dei reatini”. Per Alessandro Mezzetti, capogruppo Pd invece “sbandierare asfalti come fossero un'opera che cambierà la vita dei reatini già mi sembra una follia. Rivendicare politicamente un asfalto è roba da anni 80. Farli male è ancora peggiore. Ma la questione del contratto di quartiere è ben più complessa e il rischio vero è che dei lavori che dovevano essere fatti probabilmente se ne faranno un terzo. È giusto che un progetto partito male negli anni 90 con il sindaco Cicchetti si chiuda peggio con la stessa targa politica. Dispiace soltanto per i cittadini costretti da anni a vivere nel disagio”.

 

L’assessore Emili rivendica quanto realizzato nel primo stralcio degli interventi previsti per il quartiere, ricordando che prima della pavimentazione stradale si era provveduto a rinnovare fogne, acquedotti e illuminazione stradale per un importo totale di circa 800 mila euro, in cui gli asfalti contribuiscono per circa 300 mila. “Si tratta di lavori che il quartiere ha atteso per anni, un’altra delle grandi incompiute della città, anche qui quando ci siamo insediati i lavori erano sostanzialmente fermi e Villa Reatina era un campo minato”. Nello specifico, per quanto riguarda i lavori male eseguiti Emili sottolinea come l’amministrazione se ne sia avveduta immediatamente: “siamo ancora nella fase di confronto con l’impresa e pretenderemo l’eliminazione dei difetti”. Ed in fine Emili chiosa “mentre sono ragionevoli le doglianze dei cittadini, a cui vanno le nostre scuse, appaiono stucchevoli le accuse di chi fa parte di un problema che era ormai incancrenito da anni”.