Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, lupi nel Cicolano. Un progetto per prevenire gli attacchi

Esplora:

  • a
  • a
  • a

La Riserva naturale montagne della Duchessa ha avviato il procedimento (con copertura di spesa pari a circa 9 mila 900 euro circa) per azioni pilota di prevenzione dei danni al bestiame in aziende zootecniche selezionate nelle aree protette e nei siti Natura 2000. Con delibera di giunta la Regione Lazio ha emanato gli obiettivi generali e linee prioritarie di intervento per la conservazione del lupo nel Lazio e la coesistenza con le attività zootecniche, per realizzare azioni pilota di prevenzione dei danni al bestiame in aziende zootecniche selezionate nelle aree protette e nei siti Natura 2000.

Con nota dell’area Tutela e Valorizzazione dei Paesaggi naturali e della Geodiversità della Direzione Regionale Capitale naturale, Parchi e Areeprotette “Manifestazione di interesse per prevenzione danni da Lupo: allocazione delle risorse economiche per l’annualità 2019 nelle aree protette regionali (parchi e riserve) e nei siti Natura 2000”, sono stati definiti i criteri per partecipare alla sperimentazione.

 

La Riserva ha proposto l’Azienda agricola Cerasari Luana di Corvaro, nella quale saranno messe in opera azioni sperimentali di prevenzione integrata degli attacchi da lupo. Il servizio tecnico di supporto è affidato all’Istituto di Ecologia Applicata (IEA) per la scelta delle migliori soluzioni anti-predatorie specifiche per ogni azienda, mentre spetterà all’area protetta occuparsi della fornitura degli strumenti di prevenzione suggeriti dai tecnici IEA utilizzando appositi fondi. Dopo un sopraluogo nel ricovero estivo e la stalla invernale dell’azienda Cerasari, del personal della Riserva Luciana Carotenuto e dello Iea Andrea Di Pascasio, sono stati individuati gli interventi necessari. Responsabile del procedimento Emanuela Peria. 

Insomma nel Cicolano si tenta la carta più naturale, ossia della convivenza tra l'uomo, le sue attività e i lupi che sono comunque presenti nei boschi del territorio. Un modo per prevenire gli attacchi e limitare, il più possibile, i danni della fauna selvatica agli allevamenti della zona.