Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Comune Rieti, in arrivo 25 nuove assunzioni

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Covid permettendo, nel 2021 Palazzo di Città potrebbe assumere tra le 20 e le 25 persone considerato che, su una pianta organica di 315 lavoratori, può attualmente contare su 272 dipendenti, alcuni dei quali sono prossimi alla pensione o pronti ad uscire con quota 100.

BANDI DI CONCORSO E STABILIZZAZIONI “Il Comune – dice l’assessore al Personale, Oreste De Santis – ha espletato tutte le pratiche per implementare le risorse umane attraverso i bandi di concorso; ne ricordo due: quello per 11 persone di categoria C (diplomati e laureati), al quale hanno risposto 1.500 persone, e l’altro, per 7 persone di categoria D (solo laureati) al quale hanno risposto in 750. Capite bene che in una fase di emergenza sanitaria come questa trovare spazi adeguati è cosa a dir poco complicata; il Governo è intervenuto bloccando tutto”. Non solo. “Il Comune ha fatto anche i concorsi per le progressioni verticali (avanzamenti di carriera, ndr) – aggiunge De Santis – e stabilizzato, nel 2020, sette lavoratori socialmente utili (ne restano fuori ancora tre), secondo l’impegno che avevamo preso in campagna elettorale”.

DIRIGENTI COMUNALI Anche le caselle degli otto dirigenti comunali sono state tutte riempite e l’ultimo concorso per vice segretario comunale è stato fatto a fine 2020. “Quando ci siamo insediati nel 2017 – dice ancora l’assessore – in Comune c’erano tre dirigenti e un discreto caos sul discorso delle deleghe; attualmente abbiamo sette dirigenti più la dottoressa Maria Lombardi (settore Ragioneria) in comando a Roma, ma comunque nostra dipendente e sostituita due volte a settimana da un dirigente che arriva da Roma”.

SMART WORKING Dallo scoppio della pandemia, inoltre, il 50 dei dipendenti comunali lavora in smart working, oltre naturalmente alle categorie protette e alle persone più a rischio per via delle condizioni di salute, secondo un’organizzazione predisposta dagli stessi dirigenti dei diversi settori. A questo proposito, De Santis intende ringraziare tutte le sigle sindacali per “il sostegno dato al Comune in un momento tanto difficile per tutti, anche per la macchina amministrativa e anche per via della carenza, ora colmata, dei dirigenti”.

UFFICIO ACCESSO AGLI ATTI Dopo aver portato a cinque unità l’ufficio “accesso agli atti” del settore Urbanistica, dove il lavoro è triplicato per via delle pratiche legate al Superbonus 110, sono in arrivo ancora nuove risorse per accelerare ulteriormente i tempi troppo lunghi per chi si “avventura” nell’iter per accedere alle agevolazioni messe in campo dal Governo attraverso il decreto Rilancio per far ripartire l’economia e, in particolare, l’edilizia. “E’ di pochi giorni fa la legge che ci consente di assumere altre due persone, a costo zero per il Comune (è il Ministero a pagare), portando a sette l’organico dell’ufficio preposto a tali pratiche”, conclude De Santis.