Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ecco come pagare la tassa sui rifiuti: la prima rata scade domani (31 marzo)

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Il Comune di Rieti, al fine di assicurare la massima semplificazione degli adempimenti da parte dei soggetti interessati, ha predisposto e inviato ai contribuenti, tramite Equitalia, i bollettini per il pagamento della Tassa sui Rifiuti (TARI) per l'anno 2017. Il relativo versamento dovrà essere effettuato entro le seguenti scadenze: I rata entro il 31 marzo 2017, II rata entro il 31 maggio 2017, III rata entro il 31 luglio 2017, IV rata entro il 30 settembre 2017. In alternativa alle quattro rate è possibile effettuare il pagamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno 2017 senza sanzioni e interessi legali. Analogamente all'anno 2016, le scadenze sopra indicate sono perentorie in quanto anche la Tari, come Imu e Tasi, si paga in autoliquidazione. Per questo motivo ai contribuenti che pagheranno oltre i termini stabiliti, per ogni singola rata, sarà irrogata una sanzione calcolata sull'importo omesso o tardivamente versato, oltre gli interessi legali. Si precisa che le scadenze dovranno essere obbligatoriamente rispettate anche in caso di mancata ricezione dei modelli precompilati. Il contribuente, in questi casi, si potrà rivolgere ad Equitalia Servizi Riscossione SpA presso gli sportelli di Piazzale Martiri delle Foibe 3, ovvero procedere autonomamente al calcolo della tassa dovuta seguendo le istruzioni pubblicate sul sito del Comune di Rieti (www.comune.rieti.it). Il contribuente che non verserà la Tari entro le scadenze stabilite può avvalersi dell'istituto del ravvedimento operoso, secondo quanto stabilito dall'art. 13 del decreto legislativo n. 472/1997.