Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, ancora ambulanze in fila davanti al pronto soccorso delll'ospedale di Rieti

Esplora:

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Rieti, pazienti in attesa nelle ambulanze fuori dal pronto soccorso dell’ospedale de’ Lellis. E’ accaduto anche ieri a conferma della situazione di sofferenza che sta vivendo il nosocomio provinciale: 24 i pazienti in attesa, molti Covid, con quattro autoambulanze.

Se da una parte si rincorre l’emergenza e si lavora per correre ai ripari, dall'altra c'è il rischio che vengano “trascurati” i pazienti non Covid che hanno bisogno di cure urgenti. Il Gruppo Interdisciplinare Cure Oncologiche è stato trasferito sabato per fare posto a Covid 3 con le pazienti che non hanno ancora linea telefonica Asl e quindi svolgono le chiamate dai loro cellulari privati pur di non fermare i followup. Intanto la sala operatoria è in difficoltà con la programmazione. Alle pazienti che dovevano sottoporsi a radioterapia è stato comunicato che dovranno recarsi al Gemelli di Roma con un pulmino. Si è creato quindi un grave disagio e molti hanno già deciso di muoversi autonomamente e recarsi all’ospedale di Terni. Quindi anche a Rieti l'emergenza Covid ha lasciato indietro altri reparti a causa della carenza di personale. Sembra che a breve verranno aperti 8 posti letto di day surgery all'ospedale di Magliano Sabina grazie ad un accordo con anestesisti a gettone dal Sant'Andrea.