Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Refrigeri: Rispettiamo le regole, rischiamo nuove restrizioni nel Lazio

  • a
  • a
  • a

I numeri della pandemia continuano a fare paura. A preoccupare in queste ore sono anche gli aumenti dei ricoveri anche se, come più volte ricordato dalla Asl, la situazione pur di estrema sofferenza è ancora gestibile. Ad oggi sono 8 i ricoverati nel reparto di rianimazione, 29 quelli nel reparto di malattie infettive e 28 quelli nei reparti Covid del De Lellis.  Intanto il consigliere regionale Fabio Refrigeri in una intervista a RietiLife, conferma i timori già espressi dall’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato che aveva parlato di rischio zona rossa se non fosse sceso in due settimane l’Rt, l’indice di contagio che a Rieti è di 1,47, appena al di sotto della soglia di allarme, contro l’1,29 del Lazio. “Se riuscissimo almeno a stabilizzare in 15 giorni la curva con i comportamenti corretti, sarebbe già tanto. Significherebbe che le misure hanno funzionato” dice Refrigeri che aggiunge: “Rispetto alla prima ondata i casi sono di più. Il covid è una presenza ingombrante che richiede massima allerta anche nel Reatino. Dopo un periodo di grande affanno con ritardi di dieci giorni nelle risposte ai tamponi l’Asl che aveva addirittura fatto saltare i tracciamenti, è riuscita a recuperare e non solo grazie all’arrivo del nuovo macchinario al laboratorio analisi ma anche per la grande abnegazione del personale sanitario in questi giorni di grande affanno".