Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, bufera sul bando per le promozioni interne negli uffici comunali: esposto in Procura

  • a
  • a
  • a

Rieti, la vicenda relativa al bando per la cosiddetta verticalizzazione del personale interno finisce sotto la lente della Procura. Infatti, i consiglieri comunali Andrea Sebastiani (Gruppo misto), Giosuè Calabrese (Italia Viva) e Roberto Casanica (Movimento Cinque stelle) hanno provveduto al deposito presso la Procura della Repubblica di Rieti di un esposto “che abbiamo ricevuto nei giorni scorsi, contenente i nominativi dei presunti vincitori del bando, pubblicato dal Comune di Rieti, per la copertura di 3 posti di categoria B a seguito di procedura di verticalizzazione. Il documento - sempre a detta di Andrea Sebastiani, Giosuè Calabrese e Roberto Casanica - indirizzato a tutti i consiglieri comunali, oltre che al Difensore Civico presso la Regione Lazio, è stato da noi formalmente rimesso anche all'attenzione del sindaco e della segretaria generale nella propria qualità di responsabile della trasparenza e dell'anticorruzione”.

Una vicenda che si trascina da tempo e cominciata con la presentazione di una interrogazione a Cicchetti nella quale i tre consiglieri lamentavano alcuni errori nell’elaborazione dell’avviso. In un primo tempo avevano fatto notare “che tra i requisiti di partecipazione era stata inserita l’appartenenza dei candidati al settore dei posti messi a selezione”. Il fatto è che questo requisito richiesto non sarebbe previsto dalle normative di settore nè dal regolamento sulla organizzazione degli uffici e servizi. Una seconda volta, Calabrese, Sebastiani e Casanica sottolineavano che “nonostante le interrogazioni presentate continuava ad esserci un macroscopico errore laddove per il settore cultura e sviluppo del territorio richiede ai candidati di avere competenze ricomprese nelle linee funzionali del settore Urbanistica”. Errori però corretti come riportano le determine pubblicate di recente all’Albo pretorio del Comune. “Allegato al documento ci è stato recapitato un parere negativo assunto dal Settore Urbanistica e relativo alla domanda di permesso di costruire avanzata il 9 novembre 2018 dall'impresa De Santis Geom. Oreste per la realizzazione di un complesso di edilizia nel piano di zona 167, nel comprensorio Campoloniano B - sottolineano i consiglieri comunali Andrea Sebastiani, Giosuè Calabrese, Roberto Casanica -. Come cittadini, prima ancora che nella nostra qualità di consiglieri comunali, restiamo a disposizione delle autorità competenti per qualsiasi provvedimento riterranno opportuno assumere”.