Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, partito il montaggio dei moduli all'istituto Ciancarelli

Alessandro Toniolli
  • a
  • a
  • a

Moduli scolatici, procede spedita la posa in opera, nei pressi della sede dell’istituto per geometri Ugo Ciancarelli si procede già con i pannelli, dopo che saranno predisposte le piattaforme a basamento verranno eretti anche nell’area presso il Pala Malfatti e a Fara Sabina. Ad aggiornare sulla situazione la consigliera delegata all’Edilizia Scolastica Claudia Chiarinelli “stiamo procedendo a tempi record, da un paio di giorni si stanno posizionando i pannelli modulari che andranno a comporre le aule”. Si comincia quindi con quanto necessario ad ospitare dieci aule nell’area vicino l’Istituto reatino per geometri, dove non sono necessarie strutture di basamento e che appena ultimate ospiteranno studenti e professori dell’Elena Principessa di Napoli. Per quanto riguarda i moduli scolastici previsti nell’area adiacente il Pala Malfatti ed il Polo Scolastico di Fara Sabina “è stato già dato mandato a due differenti ditte che hanno effettuato i necessari sopralluoghi e hanno provveduto alla messa a punto progettuale per le piattaforme necessarie a sostenere le strutture, i lavori veri e propri potranno partire già nella prossima settimana”. Al termine saranno trenta le aule che verranno messe a disposizione nei pressi del Pala Malfatti ed otto quelle nel comune di Fara Sabina. La soddisfazione della consigliera delegata è soprattutto legata alle tempistiche “siamo perfettamente nei tempi stabiliti in fase progettuale”. In totale l’investimento per i moduli scolastici ammonta a due milioni di euro, portando la Provincia di Rieti ad essere la seconda più finanziata d’Italia con, nello specifico un milione e settecento mila per la realizzazione dei moduli e trecento mila euro per l’affitto della sede del Convitto dell’Istituto Alberghiero. I finanziamenti provengono dal Ministero dell’Istruzione e dell’Università che prevedono l’affitto dei moduli e della struttura fino al mese di giugno 2021, ma dalla Provincia di Rieti fanno sapere di essere già al lavoro per far sì che i moduli restino sul territorio anche una volta superata l’emergenza Covid in pianta stabile o quantomeno fin quando non saranno di nuovo disponibili le sedi rese inagibili dal sisma del 2016. Si cerca quindi di fornire una soluzione stabile alla ormai endemica carenza di spazi scolastici adeguati.