Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, un neonato e due bambini di 4 e 6 anni contagiati. Emergenza nelle scuole

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Il Lazio è la regione con il numero più alto di ricoverati per Covid 19 (937) e per ricoverati in terapia intensiva (85). Questo al pomeriggio di ieri con una giornata reatina segnata da 27 nuovi positivi tra cui un neonato di quaranta giorni trasferito al Bambin Gesù, una bambina reatina di 6 anni e uno di 4 a Petrella Salto. Il totale di positivi sale a 239. Nel capoluogo 15 nuovi casi: un 57enne, un 74enne, una 50enne, un 37enne, un 63enne una 85enne, una ragazza 25enne, un 45enne, un 80enne, una 79enne, un 28enne, una 36enne e una 19enne cluster noti e isolati. In provincia a Forano positivi e cluster nuovi, una donna e un uomo di 52 anni. Nuovi cluster anche a Torricella in Sabina, una donna di 64 anni, a Rivodutri un 28enne e una 45enne a Borgo Velino. Per i cluster noti ed isolati una 70enne a Cantalupo, una ragazza 16enne a Cittaducale, una 23enne e una 29enne a Concerviano una 23enne e un 66enne, cluster già noti e isolati mentre la donna 39enne è legata ad un cluster nuovo come la 16enne a Poggio Bustone. I soggetti in sorveglianza domiciliare salgono a 44. L'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato ha detto che “i prossimi giorni saranno particolarmente difficili e dobbiamo mantenere il rigore nei comportamenti”. Intanto il problema scuole rimane, anche nel Reatino, quello più grande con intere classi in isolamento, docenti ed alunni positivi, molti asintomatici, in quarantena domiciliare. L'ultimo caso riguarda una quinta dell'Istituto Gregorio da Catino di Poggio Mirteto con una studentessa risultata positiva al tampone e alunni e i professori in quarantena con la classe che proseguirà le lezioni in DAD. In città la situazione non è rosea e potrebbe esplodere a breve con studenti e professori che chiedono maggiore tutela e rispetto delle regole all'interno delle scuole superiori e genitori degli alunni di elementari e medie che lamentano una scarsa comunicazione con i dirigenti scolastici. Molti gli studenti in quarantena domiciliare anche se asintomatici. Si parla di numeri che non collimerebbero con i dati ufficiali. Ormai la lista delle scuole si allunga sempre più e nelle prossime ore si attendo i risultati dei tamponi effettuati nelle ultime 48 ore. Un docente positivo alla media Basilio Sisti e le classi che seguiva in isolamento, anche se, stando a quanto dichiarato da alcuni parenti di un'alunna, la classe non sarebbe in isolamento, ma continuerebbe a seguire le lezioni frontali in attesa dei tamponi. E' risultata positiva anche un'alunna della scuola elementare Marconi e i compagni di classe sono in isolamento. Un caso di positività al Rosatelli e classe in isolamento, come pure un caso positivo, un docente, alla “Angelo Maria Ricci”. Un caso nel plesso scolastico di Grotti ha portato la dirigente scolastica ha decidere per la chiusura della struttura in attesa di nuove direttive da parte della Asl. I docenti, quasi in coro, dicono, per il momento di reggere anche se tutti parlano di una situazione stressante e difficile dovendo attendere continuamente i risultati dei tamponi. Per il resto le note dei dirigenti scolastici sono praticamente tutte uguali: “nelle altre classi le lezioni proseguono regolarmente a seguito di sanificazione”. Con buona pace di tutti.