Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Magliano Sabina, via libera al bilancio. No alla commissione straordinaria sui debiti fuori bilancio

Simona Ruggeri
  • a
  • a
  • a

Bilancio di previsione approvato a maggioranza. In Consiglio comunale, visto che erano in discussione anche le aliquote dei tributi comunali, ci si aspettava una seduta quantomeno effervescente. Invece il tutto si è svolto quasi senza alcun dibattito. Solo sul bilancio c’è stato un leggero contrasto tra la maggioranza del sindaco Giulio Falcetta e la minoranza della Lega guidata da Riccardo Corsetto. Il documento di programmazione economica è stato illustrato dettagliatamente dal consigliere Emanuele Eroli. Comunque sia, il bilancio 2020/2022 è stato approvato. “Nonostante le difficoltà degli enti locali e la crisi originata dalla pandemia, riusciamo a stabilizzare i conti e a programmare il futuro”, dice il sindaco Falcetta. Per quanto riguarda le dichiarazioni del gruppo della Lega sul consiglio comunale di ieri, si legge. “Il gruppo Lega vota contro all'approvazione del bilancio preventivo proposto dalla maggioranza in quanto non proponeva nulla per lo sviluppo e per il rilancio occupazionale. L’attuale amministrazione ha votato contro la proposta fatta dall'opposizione circa l’istituzione di una commissione d’inchiesta per far luce sui debiti fuori bilancio che i cittadini stanno pagando tramite mutuo contratto dal Comune. Probabilmente l’amministrazione non vuole trasparenza nonostante abbiano già espresso a maggioranza, in precedenti consigli comunali, di essere d'accordo nell'istituire una commissione ad hoc. La contraddizione è il loro forte. Il paradosso: il sindaco si lamenta del fatto che l'opposizione è troppo insistente perché vuole far luce sulla cattiva gestione della precedente amministrazione”. È l’ultimo punto all’ordine del giorno a creare un po’ di scompiglio: la ripetuta proposta di una commissione speciale d’inchiesta su alcuni debiti fuori bilancio, già discussa in precedenti consigli. Eroli spiega la posizione della maggioranza: “Già nel consiglio comunale di gennaio era stata respinta la proposta dell'opposizione che chiedeva l'istituzione di una commissione speciale d’indagine. Nella stessa seduta ho spiegato che la natura della commissione è temporanea, e pertanto ho proposto di soprassedere dalla nomina di una commissione ad hoc, individuando nella commissione Patrimonio, Finanza e Tributi da me presieduta, quella che doveva indagare sulla causa del debito fuori bilancio. Il periodo del lockdown poi ha fatto slittare tutti gli iter burocratici del Comune”.