Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, presentata la giunta di Fara in Sabina. Cinque assessori per il sindaco Roberta Cuneo

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

La novità delle ultime ore è l’ingresso in giunta di Cristina Di Felice, la giovane atleta che ha conquistato il primo posto tra le donne più votate nell’ultima tornata elettorale (441 preferenze personali) e che (anche) per questo entra di diritto nella nuova squadra di governo targata Roberta Cuneo. Per lei deleghe allo sport e alle politiche giovanili, oltre a quella dei diritti degli animali domestici. La “quota rosa” che, assieme allo stesso sindaco, garantisce la parità di genere imposta per legge, prende il posto che fino a qualche ora prima era di Paola Trambusti; per la grande esclusa dalla giunta, però, si preannuncia una continuità amministrativa con i settori cultura, turismo e agricoltura, al momento rimasti al sindaco Cuneo, ma che dopo l’imminente modifica allo statuto comunale (servono 3 mesi dall’insediamento) torneranno alla Trambusti in qualità di consigliere delegato. Come lei, verosimilmente, anche Eleonora Oppes, Giorgia Simonetti e Pamela Martini, il cui coinvolgimento è stato assicurato dal sindaco, mentre per Chiara Costantini è pressoché certa la nomina a capogruppo di maggioranza. Mauro Pinzari è stato invece indicato come designato presidente del consiglio comunale, in attesa della ratifica dell’aula. Ratifica che lo stesso Pinzari, vista anche la sua esperienza politica, si auspica essere unanime. A parte qualche delega assegnata nelle ultime ore, vengono confermate le previsioni della vigilia per l’intera componente maschile: Simone Fratini ènuovo vicesindaco, con deleghe a servizi sociali, inclusione, sanità, sicurezza e innovazione tecnologica; Giacomo Corradini prende urbanistica-lavori pubblici e conserva le deleghe a personale e caccia e pesca, a Fabio Bertini vanno sviluppo economico, attività produttive, lavoro, ambiente, più una delega speciale sui cimiteri; a Tony La Torre scuola, trasporti e progettazione europea. “Abbiamo voluto confermare l’impostazione di una ‘squadra del fare’, decisa a iniziare a lavorare subito – dice il sindaco – i cittadini di Fara ci hanno riconosciuto e sollecitato una serie di impegni che devono essere portati a termine nel più breve tempo possibile, e per questo è stata costituita una squadra in grado di impegnarsi al massimo da subito, che verrà coadiuvata, a latere, dall’apporto di tutti gli altri consiglieri, e come attività sul territorio anche dai consiglieri non eletti (molti dei quali presenti in aula, ndr). Per la composizione della giunta abbiamo ragionato sulla rappresentanza territoriale, gli obiettivi da raggiungere e la necessità di dare risposte concrete, e infine sugli equilibri politici della nostra coalizione dando rappresentanza ai partiti (Lega, FdI e FI, ndr) e al movimento civico che ci ha sostenuto (Fara protagonista di Giacomo Corradini, ndr). Oltreché sulla rappresentanza di genere”.