Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Report qualità dell'aria, Rieti bocciata da Legambiente

  • a
  • a
  • a

Report "Mal’aria" edizione speciale di Legambiente. L’associazione ambientalista ha stilato le pagelle sulla qualità dell’aria di 97 città italiane sulla base degli ultimi 5 anni (2014-2018) confrontando le concentrazioni medie annue delle polveri sottili (pm10, pm2,5) e biossido di azoto (NO2) con i rispettivi limiti medi annui suggeriti dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms): 20µg/mc per il pm10; 10 µg/mc per il pm2,5; 40 µg/mc per il NO2. Questi limiti sono rivolti alla salute delle persone e sono più stringenti rispetto a quelli della legislazione europea (limite medio annuo 50 µg/mc per il pm10, 25 µg/mc per il pm2,5 e 40 µg/mc per il NO2). «I voti dei capoluoghi del Lazio - si legge in una nota di Legambiente - sono: Viterbo 7, Rieti 5, Frosinone e Latina 3, Roma 0. La capitale è trascinata nel fondo della classifica soprattutto per i dati pessimi relativi alla presenza di NO2 (biossido di azoto) causato in particolare modo dalla presenza di autovetture diesel: Roma supera infatti i limiti di legge europei e quelli dell’Oms in tutti i 5 anni presi in considerazione, con picchi di 51 µg/mc".