Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Fara Sabina, la neo sindaco Roberta Cuneo pronta a presentare la giunta. Fratini sarà vice

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Ancora 24 ore, 48 al massimo, e il neosindaco di Fara in Sabina, Roberta Cuneo, renderà pubblica la composizione della nuova giunta comunale. Che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, seguirà a grandi linee l’impostazione anticipata nei giorni scorsi dal Corriere di Rieti: 5 assessori, 4 uomini e una donna (due, considerando anche la stessa Cuneo, nel rispetto delle quote di genere) e, molto probabilmente, una serie di incarichi affidati a consiglieri delegati, previa modifica dello statuto comunale. Per il momento quel che è certo è che Simone Fratini sarà il vicesindaco , con delega ai servizi sociali; nell’ottica di seguire una suddivisione di ambito degli incarichi, ecco allora che Giacomo Corradini, il principe delle preferenze elettorali con 938 voti personali conseguiti, dovrebbe prendere il “blocco” urbanistica-lavori pubblici-manutenzione; a Fabio Bertini invece andranno ambiente, sviluppo economico e attività produttive. Sugli altri due nomi dell’esecutivo comunale si gioca invece l’assegnazione di un pacchetto già annunciato in campagna elettorale, che prevede l’unione tra le politiche agricole, il turismo e la cultura: in caso di ingresso in giunta di Paola Trambusti, sarà a lei che verranno affidati i compiti sopra menzionati, con Tony La Torre destinato a prendere le deleghe relative ai rapporti con il personale, alle associazioni, alla protezione civile e alla polizia municipale; nel caso in cui la stessa Trambusti, per sua volontà, decidesse di non entrare in giunta, il blocco agricoltura-turismo-cultura si trasferirà immediatamente sulla testa di La Torre, con le altre deleghe pronte ad essere ridistribuite tra il resto della giunta e una tra Cristina Di Felice e Giorgia Simonetti, le più papabili ad entrare in squadra.

Per loro, qualora tramontasse l’ipotesi giunta, si aprirebbe comunque la strada delle deleghe consiliari, un percorso che potrebbe riguardare anche altri consiglieri come Chiara Costantini, Pamela Martini ed Eleonora Oppes, mentre per la delicata questione della delega al bilancio appare ormai certo che sarà la stessa Cuneo ad occuparsene, almeno all’inizio della consiliatura.