Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Passo Corese, parcheggi a pagamento davanti alla stazione. Pubblicato bando

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Duecentosettantaquattro posti auto a pagamento, con 6 stalli riservati ai portatori di handicap e 268 alle altre vetture, realizzati ed identificati da apposite strisce nella struttura del parcheggio bipiano e nelle aree immediatamente circostanti; tariffe che vanno dai 40 centesimi l’ora, per quella oraria, ai 160 euro per quella annuale, passando la tariffa giornaliera da 2 euro, la mensile da 30 euro, la trimestrale da 60 euro, e la semestrale da 90 euro; area delimitata, videosorvegliata e custodita da un guardiano munito di ufficio, che potrà anche erogare manualmente i tagliandi del parcheggio  dalle 6 del mattino alle 18 del pomeriggio, dal lunedì al venerdì, alternandosi con una cassa automatica attiva dalle 18 alle 6 e nel week-end, in modo tale da donare al servizio una fruizione “h24”. Sono i dettagli scritti nero su bianco dal bando che il Comune di Montelibretti ha pubblicato per dare il via alla gara di affidamento del nuovo parcheggio a pagamento di località Prato dell’Olmo, in prossimità dell’abitato di Passo Corese, e soprattutto a servizio della stazione ferroviaria Fara Sabina-Montelibretti. Come anticipato l’anno scorso dal Corriere di Rieti, dunque, una porzione (circa il 30% dei posti auto presenti in loco) dei parcheggi dell’area di sosta si trasformeranno in stalli a pagamento, riservati agli utenti muniti di biglietto o di abbonamento.

Punta ad affidare in concessione ad un privato – per le aziende in possesso dei requisiti menzionati nei vari capitolati di gara c’è tempo fino al prossimo 28 ottobre per presentare le offerte – l’intera area, che dovrà essere trasformata in un’autentica zona parking vigilata e videosorvegliata. La durata dell’affidamento è di 5 anni, e l’importo complessivo del bando è di 407 mila euro, che prevedono l’erogazione di un canone di locazione di 43mila euro, da corrispondere al Comune di Montelibretti in 4 tranches annuali (per il primo anno l’importo non è previsto); le restanti spese riguardano il personale (207mila euro), servizi aggiuntivi (circa 80mila euro), mentre oltre al margine di utile per la società che andrà a gestire il parcheggio sono previste entrate aggiuntive per circa 60mila euro, provenienti dalle installazioni pubblicitarie realizzabili nei pannelli che verranno installati nell’area. Dopo il 28 ottobre il Comune procederà all’apertura delle buste, e tra verifiche e pratiche burocratiche è verosimile che l’affidamento avverrà agli inizi del 2021.

Il nuovo parcheggio prevede la realizzazione di strisce blu per le aree di sosta a pagamento, con tanto di sbarra di ingresso/uscita dalla zona, e cartelli indicatori della capienza in tempo reale; come detto l’intera area dovrà essere dotata di telecamere di sorveglianza, che rimanderanno ad un sistema centralizzato situato nell’ufficio che verrà realizzato sul posto; ufficio a disposizione del personale di guardia, presente in orario di servizio. La ditta affidataria dovrà inoltre prevedere alla pulizia e al mantenimento del parcheggio, che restringerà la zona dei parcheggi liberi e gratuiti, comunque ancora in ampia maggioranza rispetto a quelli a pagamento.