Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, tamponi a tappeto nell'istituto Espazia di Monterotondo dopo la scoperta dello studente positivo

Matteo Torrioli
  • a
  • a
  • a

Tutti col fiato sospeso perché dopodomani, 24 settembre, la scuola riaprirà i battenti ma ancora non si sa in che modo. Anzi, non si è saputo ancora con quante classi e professori. Nella tarda serata di lunedì 21 settembre all’istituto Espazia si stavano ancora attendendo i risultati dei tamponi ai quali si sono sottoposti compagni di classe e rispettivi genitori dello studente che è stato riscontrato essere positivo al covid 19 giovedì scorso. Non solo, la Asl ha deciso di effettuare tamponi anche ai professori ed al personale non docente. Si spera, ovviamente, che non vengano fuori altri positivi, specialmente tra i compagni di classe anche se il segnale avuto pochi giorni fa, con la positività di un altro soggetto, sempre iscritto all’Espazia, che aveva avuto contatti con lo studente, non riesce a far dormire nessuno sonni tranquilli. La situazione, ovviamente, preoccupa anche se dall’Amministrazione comunale e dalla scuola trapela cauto ottimismo. La linea che si vuole tenere sembra essere chiara: controlli mirati per garantire il più possibile le lezioni. Un obiettivo che ha ben chiaro anche il sindaco Riccardo Varone che, nei giorni scorsi, ha rilanciato appelli per l’utilizzo delle mascherine. Intanto, dopo lo spoglio, le aule delle scuole sede di seggio elettorale, saranno sanificate da oggi da una ditta specializzata, prima di ospitare nuovamente le lezioni degli studenti.