Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Referendum taglio parlamentari, a Rieti il Si doppia il No. Tutti i numeri

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Il “Sì” doppia praticamente il “No” al referendum sulla riforma sul taglio dei parlamentari dando il via libera alla riduzione del numero dei parlamentari. Anche Rieti città e i comuni della provincia, al termine della consultazione e dello spoglio, seguono il trend nazionale che ha visto le urne aperte dalle dalle 7 alle 23 di domenica 20 e dalle 7 alle 14 di lunedì 21 settembre con i cittadini chiamati a esprimersi sul referendum costituzionale, che quindi non prevedeva il raggiungimento del quorum, per la riduzione del numero dei parlamentari di Camera e Senato. L’affluenza di votanti nei comuni della provincia è di 68,65% con il Sì che conquista il 68,59% per un totale di 38.178 voti mentre il No si ferma al 31,41% con 17.482 preferenze. A Rieti città ha votato il 42,54% degli aventi diritto con il Sì che conquista il 66,60% e 9133 voti ed il No il 34,42% con 4581 voti.

La vittoria del Sì darà quindi il via alla riduzione del numero dei parlamentari con la modifica degli articoli 56 e 57 della Costituzione anche se sarà un taglio che non andrà ad intaccare le funzioni di Camera e Senato, il bicameralismo paritario. Il numero dei deputati passerà da 630 a 400 e quello dei senatori da 315 a 200. Per rendere operativa la legge serviranno almeno 60 giorni necessari per ridisegnare i collegi. Oltre che per il Referendum in 7 comuni del Reatino i cittadini sono stati chiamati alle urne anche per le Comunali anche se per i risultati si dovrà attendere la giornata di martedì 22 settembre quando, al termine dello spoglio si conosceranno i nomi dei nuovi sindaci. Al voto totale il 75,25% di cittadini con Fara in Sabina che ha registrato il 74,17% di votanti, Castelnuovo di Farfa il 54,41%, Cottanello l'83,56%, Marcetelli il 76,74%, Montebuono il 73,81%, Montenero Sabino l'80,15% e Poggio Bustone l'84,83%.