Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, recupero beni nella canonica di Sant'Agostino. Il sindaco di Amatrice: "Grazie per quello che avete fatto" | VIDEO

  • a
  • a
  • a

Nell’ambito delle attività di rimozione e recupero delle macerie della canonica di Sant’Agostino di Amatrice, sulla quale si era abbattuta parte della torre campanaria della adiacente chiesa con il conseguente collasso dell’intero secondo piano dell’edificio, sono stati recuperati in questi ultimi giorni numerosi beni mobili conservati all’interno di una sala dove era stata allestita, prima del sisma del 2016, una raccolta d’arte sacra parrocchiale. Tra i beni più rappresentativi recuperati in queste ultime ore si segnala il reliquiario a ostensorio contenente un’importante reliquia di san Giuseppe da Leonessa, il frate cappuccino morto nel 1612 nel convento di Amatrice dove fu inizialmente seppellito, che rappresenta non solo un oggetto di grande devozione ma anche un bene fortemente identitario per il territorio.

 

“L’intera amministrazione comunale intende esprimere i più sentiti ringraziamenti al MiBACT, ai Vigili del Fuoco ed a tutte le figure coinvolte che con grande sensibilità e professionalità si sono prese cura dei nostri beni culturali, compiendo una complicata operazione di recupero nella Canonica di Sant’Agostino.  Per una comunità, come la nostra, che ha visto svanire tanto del proprio Patrimonio Artistico questo tipo di operazioni rappresenta un ponte importante tra passato e futuro", ha detto il sindaco Antonio Fontanella.