Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La scuola di Poggio Moiano è pronta per riaprire ma manca il preside

Tania Belli
  • a
  • a
  • a

A un passo ormai dalla riapertura delle scuole, fissata per il 14 settembre, una delle strutture che si è dimostrata di poter ripartire in assoluta sicurezza per alunni, docenti e personale è quella di Poggio Moiano. Malgrado ciò e, come dichiara il sindaco, Sandro Grossi, “dopo aver fatto enormi sforzi per riaprire la nostra scuola in presenza nel migliore dei modi”, emerge un problema di non poco conto, che può annullare tutto l’impegno profuso finora. Infatti, rivela Grossi, “è triste che al nostro istituto non sia stata assegnata una preside dopo che la professoressa Giuliana Calviello, dirigente uscente, quest’anno ha terminato la propria egregia attività”. Sembra paradossale che “una realtà didattica che coinvolge quasi mille studenti e che comprende nei suoi plessi ben 5 comuni (Poggio Moiano, Scandriglia, Frasso, Toffia e Poggio Nativo, che insieme contano 10.000 abitanti), pur essendosi attrezzata al meglio per fronteggiare l’emergenza Covid, debba lamentare l’abbandono dei propri ragazzi mancando la nomina del dirigente”. Ciò quando “i ragazzi e la loro istruzione devono essere posti al centro per la crescita del nostro territorio e della nostra comunità”. Il sindaco si rivolge alle autorità competenti “affinché ci aiutino a risolvere la situazione”.