Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Capena, torna l'incubo degli incendi. Si sospetta la matrice dolosa

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Tornano gli incendi dolosi e torna la paura lungo l’asse tiberino. Soprattutto nella zona di Capena, dove nelle ultime ore si sono registrati alcuni episodi ravvicinati di roghi, verosimilmente a matrice dolosa, che hanno richiesto tempestivi e congiunti interventi da parte dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile su tutto il territorio.

Un fenomeno che il sindaco di Capena, Roberto Barbetti, in un post pubblicato sulla pagina istituzionale del Comune tiberino, ha definito “purtroppo diventato una costante. Anche nelle ultime ore siamo stati interessati da incendi, per i quali è stata necessaria una serie di interventi dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile su tutto il territorio comunale. Si tratta di un’azione criminale che appare ormai chiara anche agli addetti ai lavori, dal momento che esclude come ipotesi quella di un innesco provocato da autocombustione”.

“Per fronteggiare l’emergenza – prosegue Barbetti – abbiamo potuto contare sul fondamentale lavoro svolto dagli uomini e dalle donne della protezione civile in congedo. Ringraziamo inoltre tutti i cittadini, che hanno immediatamente segnalato i focolai, le forze dell’ordine e la nostra polizia locale, che sono intervenuti prontamente come sempre”.

Ma che il livello di allerta è massimo lo si percepisce nell’aria. “Nelle ultime ore – prosegue il primo cittadino di Capena – gli interventi di spegnimento sono stati supportati anche dai volontari di protezione civile dei Comuni vicini: Fiano Romano, Riano, Morlupo, Castelnuovo di Porto, Monterotondo e Fonte Nuova. A loro va il nostro più sentito ringraziamento, unito a quello per i vigili del fuoco, che continueranno a presidiare il nostro territorio, aumentando in questi giorni i controlli e i pattugliamenti, al fine di prevenire gli incendi e cercare di colpire chi, ormai dal 2017, sta mettendo in serio pericolo la vita dei cittadini di Capena”.

Una frase forte, quest’ultima, che richiama ai fatti avvenuti ormai tre anni fa quando una serie di incendi dolosi, e in particolare un focolaio di dimensioni rilevanti, interessarono il pieno centro abitato, mettendo in pericolo l’incolumità di un’intera porzione di paese e costringendo l’amministrazione a porre in essere un’evacuazione straordinaria durata diversi giorni, con un intero blocco di persone alloggiato in via emergenziale nelle strutture sportive del territorio.