Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Amazon Passo Corese, i sindacati stoppano l'installazione del sistema anti assembramento nel magazzino

  • a
  • a
  • a

Il sistema informatico di rilevazione degli assembramenti “Proxemics” non sarà installato nel sistema di telecamere interne del centro Amazon di Passo Corese. La proposta del colosso americano per l'attivazione del software già installato ed operativo in diversi magazzini nel mondo, ma non ancora in Italia, programma che si basa su un'intelligenza artificiale in grado di calcolare le potenziali aree di rischio per gli assembramenti non ha ottenuto il via libera delle rappresentanze sindacali dei dipendenti dello stabilimento FCO1 di Passo Corese. Le quali, ribadendo una contrarietà già annunciata da giorni, hanno detto “no” praticamente all'unanimità. “In sede di incontro con la rappresentanza aziendale delle Risorse Umane, unitamente alle Rsa Filt-Cgil abbiamo negato il consenso alla stipula dell'accordo collettivo per l'installazione del software Proxemics sulle preesistenti videocamere di sorveglianza - fa sapere la rappresentanza della Uiltrasporti FCO1 di Passo Corese - la competenza sarà ora dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Rieti, al quale comunicheremo le nostre motivazioni ed esprimeremo le nostre perplessità”. La stessa Cgil, pochi giorni prima dell'incontro, aveva fatto sapere come “le misure già in atto fossero più che sufficienti per arginare il problema del rischio di creazione di assembramenti nei luoghi di lavoro, pertanto ci siamo rifiutati di firmare l’accordo. Crediamo infatti che tutto ciò non possa far altro che aumentare i livelli di stress e ansia già fin troppo elevati all'interno del magazzino in questo difficile periodo”.