Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Melilli: "Rieti-Torano, a preoccuparmi sono i tempi del Comune"

Esplora:

leo. ran.
  • a
  • a
  • a

Nessuna clamorosa protesta, certo, ma una polemica nemmeno troppo velata è emersa sulla Rieti-Torano e sul ruolo del Comune di Rieti.  Durante il convegno organizzato dal Consorzio dello sviluppo industriale di Rieti, ampio spazio è stato dedicato anche alle infrastrutture e alla possibilità di rivedere Rieti al centro delle attenzioni e magari dei collegamenti. Un argomento caro a molti e in particolare al vescovo Domenico Pompili che ha chiesto ai presenti, e più direttamente all'assessore regionale Fabio Refrigeri e al deputato Fabio Melilli, a che punto fossero i carteggi sull'ultimazione della Rieti-Torano.  Dall'assessore regionale è stato fatto il punto della situazione e, senza polemiche di alcun genere,è stata ribadita la centralità dell'opera (finanziata con 30 milioni di euro) che si inserisce nel mezzo del collegamento tra i due mari e che ora, nella sua progettualità, dovrà essere ritrasmessa dalla Regione Lazio al Comune.  Un argomento che ha stuzzicato Melilli - da presidente della Provincia ha sempre considerato questo tracciato tra le priorità del territorio - che si è però detto preoccupato. E non dai tempi della Regione, ma da quelli del Comune. "In alcuni momenti servirebbe la visione piuttosto che pensare alla pancia e quindi ai singoli voti delle campagne elettorali. Temo che in questa fase, così come accaduto nel 2012, a mancare siano proprio gli scenari, e il fatto che ora si rientri in campagna elettorale e che il Comune dovrebbe votare la variante dopo cinque anni di non scelte mi lascia qualche preoccupazione". Un messaggio, neanche troppo velato, per il primo cittadino Simone Petrangeli.