Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Amatrice, ripartono bollette luce e gas. Restano escluse casette Sae e abitazioni inagibili

  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Amatrice Antonio Fontanella informa i residenti che la società Eni gas e luce, ha comunicato l’imminente ripresa della fatturazione delle forniture gas e energia elettrica, nelle aree colpite dagli eventi sismici del 2016 e 2017, sia attive che cessate (con ultima fattura ancora da emettere). La ripresa della fatturazione, inizialmente prevista per marzo 2020 e posticipata a causa della pandemia Covid-19, è stata riprogrammata e avverrà entro il mese di luglio 2020. Come stabilito dall’autorità, restano al momento escluse dalla fatturazione, le forniture che rientrano in una delle seguenti casistiche: forniture a servizio di un alloggio di emergenza (Sae o Mapre): forniture ubicate in zona rossa (informazione fornita dal distributore): forniture relative ad un immobile per il quale il cliente ha dichiarato lo stato di inagibilità. Per queste utenze, la ripresa della fatturazione è prevista per gennaio 2021. La fattura unica di conguaglio (riferita ai consumi effettuati dall’ultima data di fatturazione precedente il sisma), contiene le agevolazioni tariffarie previste dall’Autorità e il suo importo sarà automaticamente rateizzato, nel pieno rispetto di quanto disposto dalla delibera 252/2017/R/com e s.m.i. Tutti i clienti Eni gas e luce, riceveranno una pagina informativa insieme alla fattura, e sarà loro fornito un supporto specifico per qualsiasi esigenza.