Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Amatrice, polemica sulle prime case ricostruite. Pirozzi: "Propaganda da Regime"

  • a
  • a
  • a

Scoppia la polemica politica sulla consegna, mercoledì 15 luglio, dei primi 5 appartamenti ricostruiti ad Amatrice. “Propaganda da regime”, tuona l’ex sindaco e attuale consigliere regionale, presidente della commissione grandi emergenze, Sergio Pirozzi. Nel mirino la cerimonia della consegna delle chiavi alla quale, oltre al sindaco Antonio Fontanella ha partecipato anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l’assessore alla ricostruzione Claudio Di Berardino. “Dopo quattro anni 5 appartamenti senza ancora gli allacci necessari per avere l’agibilità abitativa. Questa è propaganda da Regime. Sarebbe bastato dire ‘Scusate in questi anni abbiamo sbagliato e adesso vogliamo cambiare registro’”, dice l’ex sindaco che aggiunge: Solo ad Amatrice (senza considerare Accumoli, Arquata, Campotosto e tutto il resto del centro italia distrutto dal terremoto) mancano all’appello 3.898 abitazioni. Aspettiamoci altre 3898 inaugurazioni. Invece della propaganda abbiamo bisogno di lavoro e fatti concreti”.

Mercoledì alcuni cittadini hanno anche manifestato il disagio per questo tipo di manifestazioni. Una scritta è apparsa sulla strada per Amatrice: “Zingaretti basta sfilate“. La scritta è stata realizzata su un muro di contenimento in occasione della visita “a sorpresa” del governatore per consegnare 5 appartamenti privati ad altrettante famiglie amatriciane colpite dal sisma.