Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Partono i lavori per la nuova illuminazione

Efficientamento energetico per l'intera rete comunale

  • a
  • a
  • a

A Poggio Nativo torna finalmene la luce; una luce che, però, strizza l'occhio all'ambiente ed al risparmio. Infatti, come raccontano dalla municipalità di Poggio Nativo, guidata da Veronica Diamilla, “dopo più di un anno di buio, torna ad essere illuminato il bivio di Carlo Corso”. Un incrocio simbolico per il piccolo paese sabino poiché, proprio “da qui partiranno i lavori di efficientamento energetico della pubblica illuminazione”; lavori che, come spiegano ulteriormente, “nei prossimi 3 anni, grazie ad un finanziamento statale, vedranno l’intera rete comunale efficientata”. Un passo importante, questo che sta compiendo l'amministrazione di Poggio Nativo, che, se da un lato assume una chiara valenza ecologista, dall'altro tiene in considerazione le esigenze contabili, in quanto “il costo troppo oneroso che annualmente sosteniamo per la pubblica illuminazione è anche uno dei problemi più pesanti del bilancio comunale”; tanto che, evidenziano sempre dal comune, “nessun intervento di efficientemento, ne di razionalizzazione dei contratti e dei contatori era mai stato fatto o pensato fino ad ora, cosicché per circa 700 punti luce spendiamo annualmente poco più di 80.000 euro di bollette; per prima cosa, quindi, abbiamo rivisto i contratti ed aderito alle convenzioni Consip, con un risparmio immediato del 25% circa, e con la razionalizzazione del numero dei contatori, la riqualificazione della linea e il completamento dell’efficientamento energetico, arriveremo ad un risparmio intorno al 60% dell’attuale spesa. A breve partiranno anche i lavori di ampliamento della rete su via Archipiglione, che abbiamo ritenuto essere un intervento di sicurezza stradale non più rimandabile".