Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fara Sabina, si va verso le due liste nel centrodestra. Lotta per accaparrarsi i candidati.

Il Ponte tira dritto e punta su Daniela Simonetti sindaco

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Mentre sul versante del centrosinistra si attende di conoscere se la coalizione riuscirà a trovare una quadra tra tutte le sue anime, andando a presentare una sola lista alle elezioni anticipate di settembre – cosa non impossibile, ma al momento difficilissima, vista la volontà di non aggregarsi dell’associazione “Il Ponte”, intenzionata più che mai a candidare a sindaco Daniela Simonetti -, a destra la corsa è sulla scelta dei candidati da mettere nelle due liste pronte a darsi battaglia senza quartiere, dopo la spaccatura che ha portato alla caduta dell’amministrazione Basilicata e al commissariamento dell’Ente.

Proprio Basilicata, l’ex sindaco, dopo aver dato fuoco alle polveri della campagna elettorale con in videomessaggio esplosivo pubblicato sui suoi profili social, ha iniziato una campagna di reclutamento sottotraccia, che punta a costruire una squadra competitiva per la prossima tornata elettorale. Una tornata che, per forza di cose, non potrà vederlo al comando visti i due mandati alle spalle. Ed ecco che anche il nodo del candidato sindaco, per l’associazione “Noi Fara”, diventa di primaria importanza per il futuro. Anche perché da quello, forse, dipende anche l’ipotetico ritorno di fiamma di Tony La Torre, l’ex delfino in rotta col sindaco, e momentaneamente in disparte rispetto all’infuocata scena politica.

Sul versante del gruppo composto da Fara 3.0 e Fratelli d’Italia, invece, il candidato sindaco Roberta Cuneo e i suoi sono già al lavoro sui candidati. Soprattutto su Passo Corese, come sempre il vero e proprio terreno di confronto elettorale.