Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Fara Sabina, anche i renziani in campo: "Progetto riformista serio, oppure ci presenteremo da soli"

Franco Gilardi sindaco di Stimigliano

Franco Gilardi e Susanna Barina: "Pronti ad impegnarci anche a Poggio Bustone"

  • a
  • a
  • a

Anche i renziani in campo per le elezioni anticipate nei due commissariati nei giorni scorsi, vale a dire Poggio Bustone e Fara Sabina : "Progetto riformista serio, oppure ci presenteremo da soli", dicono i due coordinatori di Italia Viva di Rieti Susanna Barina e Franco Gilardi, quest'ultimo sindaco di Stimigliano da 11 anni

"La ripresa lenta e le incertezze della fase tre della pandemia del Covid-19 lasciano tutti perplessi e angosciati per i tempi e per il come ricominciare nella nuova normalità. La paura e la preoccupazione di un potenziale lockdown per un riaccendersi dei focolai in Italia e nel mondo sono fondate. Per questo coloro che occupano ruoli di responsabilità sono tutti in allerta", si legge nella nota firmata dai coordinatori.
Poi l'attacco ai partiti che hanno "pilotato" da fuori la crisi a Fara, con un riferimento, nemmeno troppo velato alla Lega guidata dall'ex sindaco di Collevecchio, nei primi anni '90 e per conto della Dc, Paolo Mattei:" In questo contesto tragico alcuni ‘strateghi politici’ pensano di conquistare senza colpo ferire un comune chiave come quello di Fara Sabina . Credono in una corsa per il potere e di essere in volata di arrivo mostrando muscoli e candidato sindaco".
Il giudicio per il centrodestra alla guida di Fara è, ovviamente, impietoso: "Certo non hanno tutti i torti l’amministrazione Basilicata negli ultimi 9 anni ha mostrato tutte le sue debolezze e incapacità. Le dimissioni plateali dei nove consiglieri su 16, hanno fatto calare il sipario ad una esperienza dolorosa per la comunità di questo territorio. La parcellizzazione delle forze politiche è palese a tutti e le divisioni tra gli esponenti amministratori comunali, sembrano più personali che politiche. In questo momento storico i problemi sono altri. Era meglio essere uniti e lavorare tutti insieme peri cittadini, ma il Covid anche qui ha svelato il vaso di pandora mostrando a tutti l’inadeguatezza dell’attività amministrativa".

Poi un appello a tutte le forze anche civiche del centrosinistra: "Per questo ItaliaViva della provincia di Rieti fa appello a tutti e chiede un sforzo all’unità e pone la sua squadra a servizio di un progetto che abbia obiettivi grandi, riformisti e strutturali per la risoluzioni dei problemi del territorio e dei cittadini di Fara Sabina e di Poggio Bustone che saranno chiamati alle elezioni nel prossimo settembre .
Siamo pronti a sostenere i candidati che si faranno interpreti di progetti veri e realizzabili per un futuro migliore. Se questo non sarà possibile non per nostra volontà, ItaliaViva non sarà ferma a guardare, ma parteciperà individualmente con un suo progetto che sottoporrà alle prossime elezioni di settembre al giudizio dei cittadini. Nel frattempo cogliamo l’occasione per augurare buon lavoro ai commissari e sub-commissari nello svolgere in questo momento la difficile attività amministrativa soprattutto in vista della riapertura delle scuole, per il bene dei cittadini dei due comuni commissariati".