Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sola con tre figli (uno autistico) sfrattata dalla casa popolare

Elisa Sartarelli
  • a
  • a
  • a

Chiede di rimanere nella casa dell'Ater che ha occupato, Alessandra Nicolosi, mamma di tre bambini, uno dei quali autistico. “Ho fatto la domanda per la casa popolare ma non mi hanno dato i tempi di consegna, quindi l'ho presentata in ritardo e non sono stata messa in graduatoria - racconta - Era il 2013, quando ho avuto anche la diagnosi dell'autismo di mio figlio. Intanto stavo per ricevere lo sfratto dalla casa in cui vivevo. Così, sono stata costretta a occupare una casa Ater e ho avuto una denuncia civile e penale. Però io avevo il punteggio massimo per ottenerla. Non ero in graduatoria ma mi sarebbe spettata di diritto”. IL SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA IN EDICOLA IL 12 OTTOBRE