Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Fara Sabina, per Paolo Mattei (Lega) sicure le elezioni in autunno: "Candideremo Roberta Cuneo"

Il coordinatore si spinge in avanti nonostante le dimissioni non siano state ancora protocollate

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Che la politica della Lega targata Matteo Salvini sia considerata “muscolare” è ormai un dato di fatto. Ma di certo quello che è accaduto nelle ultime ore in provincia di Rieti va ben oltre, e non può non essere considerato come un autentico autogol da parte dei vertici provinciali del Carroccio. I quali, per voce del coordinatore Paolo Mattei, commettono, forse, la più grande gaffe commessa finora dai nuovi Leghisti reatini. Durante un intervento nel dibattito social “Canale Ponte Milvio”, guidato dall'ex candidato sindaco di Magliano Sabina  Riccardo Corsetto, Mattei non solo annuncia come ormai certe e certificate le elezioni anticipate a settembre nel Comune di Fara Sabina (quando ad oggi, mercoledì 24 giugno, i consiglieri che hanno rotto con il sindaco Davide Basilicata non hanno ancora formalizzato le loro dimissioni, dando vita allo scioglimento del consiglio e di fatto al commissariamento dell’ente), ma racconta di una non meglio identificata “mozione di sfiducia” votata nell’ultimo consiglio comunale, quando non solo la mozione di sfiducia non era all’ordine del giorno, ma non è neanche mai stata presa in considerazione come strada da percorrere per far cadere il sindaco di Fara Sabina.

Sempre secondo Mattei, il Carroccio avrebbe inoltre già individuato il candidato sindaco, nella persona di Roberta Cuneo, leader del gruppo Fara 3.0 e rappresentante della Lega per la provincia di Rieti nell’assemblea Anci.

“La Lega sta puntando molto su Fara”, dice Mattei in diretta video. Qualcuno però dovrebbe dire al coordinatore provinciale di informarsi meglio su cosa accade in quel comune tanto importante.