Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Altri 500 posti di lavoro al polo della logistica con Sda e Metro

Hanno scelto l'area produttiva di Passo Corese dove è già presente Amazon

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Dopo Amazon (già operativo) e Sda (in procinto di aprire i battenti) un altro colosso internazionale approda al polo logistico di Passo Corese. Ha assunto i caratteri dell’ufficialità, infatti, l’accordo raggiunto tra lo sviluppatore del terzo maxi-stabilimento in corso di realizzazione nell’area industriale farense e la Metro Cash & Carry, celebre multinazionale tedesca appartenente al gruppo Metro AG che rappresenta uno dei marchi leader nella grande distribuzione all’ingrosso, con i suoi 30 miliardi di fatturato generati da una serie di centri e magazzini sparsi in tutto il mondo.

In Italia “la Metro” (così la chiamano tutti) è presente ormai dal lontano 1972, e vanta una catena di 49 punti vendita dove lavorano circa 4500 dipendenti. Quello di Passo Corese, ovviamente, non sarà un centro del tipo di quelli già esistenti e operativi a Roma (la storica struttura del quartiere La Rustica, e il nuovo presidio di Roma Bufalotta), ma un centro logistico all'avanguardia, a servizio dei vari punti vendita all’ingrosso del centro e del sud Italia.

L’operazione, ormai pressoché formalizzata, è come al solito portata avanti da uno sviluppatore terzo, che realizzerà per conto di Metro un nuovo centro distribuzione, nel lotto che, verosimilmente, sorge immediatamente dietro a quello dove campeggia il maxi-stabilimento di Amazon.

Non è stato reso noto il volume economico complessivo dell’operazione, mentre si sa che l’ingresso di Metro Cash & Carry nel polo industriale gestito dal braccio immobiliare del Gruppo Maccaferri, attraverso la Parco Industriale della Sabina spa, porterà, assieme all'arrivo dello spedizioniere di Poste Italiane Sda, qualcosa come 500 nuovi posti di lavoro all'interno dell’area. Che sommati ai circa 1500 assunti da Amazon in soli 3 anni, e alle altre decine di persone che operano presso gli stabilimenti di Antica Erboristeria, Colli Drill e Jonathan (le altre tre realtà attive sul polo), fanno superare al numero complessivo di occupati generato dal polo di Passo Corese la soglia delle 2mila unità.

Le procedure burocratiche, sia per quanto riguarda l'arrivo di Metro Cash & Carry, sia per quanto riguarda l'imminente apertura delle attività di Sda Express Courier, sono state rallentate, per ovvi motivi, dall'emergenza sanitaria scoppiata a causa del Coronavirus. Ma adesso, con la riapertura di attività e uffici, sono pronte a ripartire di slancio, per concretizzare le altre due grandi operazioni economiche nell’agglomerato industriale di Fara Sabina. Dove, nel prossimo futuro, si attendono anche altri arrivi prestigiosi.