Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vertice sulla sicurezza in prefettura per l'arrivo di Amazon

Esplora:

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

L'arrivo di Amazon a Passo Corese porterà, come visto nei giorni scorsi, una vera e propria “rivoluzione” in termini di infrastrutture e servizi sul territorio. Molto è già stato messo nero su bianco nel protocollo d'intesa siglato la scorsa settimana tra Regione Lazio, Consorzio Industriale, Comune di Fara, Vailog e Parco Industriale della Sabina spa, mentre altri protagonisti sono già all'opera per dotare il maxi-capannone del colosso americano dell'e-commerce di tutto il necessario - vedi alla voce Enel Distribuzione, che ha già avviato gli espropri per realizzare due elettrodotti interrati a servizio proprio del centro di Amazon. C'è però un altro aspetto, e neanche tanto secondario, che l'arrivo in Sabina di un gigante economico mondiale rende quanto mai attuale: quello legato alla sicurezza di un'area che da qui ad un anno e mezzo cambierà notevolmente anche in termini di “flussi” di persone. Hanno parlato proprio di questo il sindaco di Fara Sabina Davide Basilicata e il Prefetto di Rieti Walter Crudo, nell'incontro che si è tenuto ieri mattina (martedì 9) presso gli uffici di Palazzo Vincentini. Un primo scambio di idee sui prossimi, importanti cambiamenti che attendono la parte bassa della provincia, che in quanto porta d'accesso all'area romana e alla stessa Capitale, coinvolge più o meno direttamente tutto il Reatino. “Con il Prefetto Walter Crudo abbiamo parlato del futuro della nostra città, delle grandi sfide che ci attendono e di come poterle governare al meglio - scrive Basilicata, rigorosamente ‘via social', come sempre nelle ultime settimane - l'obiettivo comune è legare lo sviluppo economico alla sicurezza e la qualità della vita”. Un processo che, con il coordinamento della Prefettura di Rieti, riguarderà direttamente anche i presidi territoriali delle forze dell'ordine, che saranno direttamente impegnati nel processo di vigilanza e monitoraggio di un territorio atteso da un rapido sviluppo non solo economico-industriale, ma anche di “popolamento”, inteso sia in termini di crescita abitativa, sia in termini di affluenza di persone - lavoratori e non - portata dal centro di distribuzione di Amazon e da tutto il polo della logistica.