Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Salvati 5 pazienti da ictus ischemico

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Grazie all'applicazione di un protocollo di selezione dei pazienti candidabili a intervento chirurgico precoce, secondo alcuni criteri basati sulle condizioni cliniche e sulle caratteristiche anatomiche del paziente, nei giorni scorsi al de' Lellis  sono stati salvati da ictus ischemico cinque pazienti. La stretta collaborazione tra la neonata Stroke Unit diretta dal professor Alessandro Stefanini e la Unità operativa complessa di Chirurgia Vascolare diretta dal dottor Massimo Ruggeri, ha permesso di identificare precocemente i pazienti; gli stessi,  dopo essere arrivati al Pronto Soccorso dell'ospedale di Rieti,  sono stati prontamente sottoposti a intervento chirurgico urgente dall'équipe della chirurgia vascolare. L'intervento chirurgico più risolutivo,  come indicato dai più recenti studi scientifici,  è la Tea carotidea (endarterectomia carotidea), che ha lo scopo di ripristinare il flusso ematico nell'area cerebrale ischemica che sta soffrendo, rimuovendo la placca aterosclerotica della carotide malata. È un intervento che viene praticato in anestesia locale con minimo stress ed invasività sul paziente. Tutti i pazienti trattati sono stati dimessi in 48-72 ore completamente riabilitati e pronti a tornare alle loro abituali occupazioni.