Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strage di cani e gatti

default_image

Sara Pandolfi
  • a
  • a
  • a

Ancora bocconi e cibo avvelenati lasciati per provocare la morte di cani, gatti e altri animali. Questa volta, dopo il caso che era stato sollevato qualche tempo fa a Magliano Sabina, lo squallido reato ai danni degli animali domestici è stato segnalato nel comune di Forano. Nel centro storico, specie in vocabolo Castagna, una traversa di via dei Gradini, alcuni cittadini hanno segnalato una morìa di cani e gatti, uccisioni, come accertato dal medico veterinario, tutte avvenute a causa di bocconi avvelenati che vengono lasciati, appositamente, in giro. Una strage di animali domestici e selvatici che si verifica ciclicamente e ciò accade sia nei luoghi di campagna, per colpire in modo particolare volpi e cani randagi, sia nei piccoli centri storici dove spesso proliferano colonie di gatti. Di ciò si ha spesso una conoscenza solo parziale poiché occultata dall'indifferenza, dall'omertà, dalla connivenza e anche dalla paura, ma sono centinaia gli animali che, dopo aver ingerito cibo avvelenato, muoiono tra grandi sofferenze. L'informazione del ritrovamento di cibo avvelenato a Forano è arrivata dalla pagina Facebook dell'associazione “Pasqualina e friends”, profilo aperto da due giovani a seguito del ritrovamento di una femmina di razza maremmana, il giorno di Pasqua, in Sabina. Da qui il nome e da qui la voglia di aiutare Pasqualina a trovare una casa (una giovane coppia d'ora in avanti si prenderà cura del meraviglioso esemplare), ma anche di aiutare tanti altri animali che vengono abbandonati o si trovano in difficoltà, come in questo caso. L'invito rivolto ai proprietari di animali, ma anche a tutti coloro che dovessero rinvenire bocconi avvelenati è quello di segnalare. “State molto attenti ai vostri pelosi - dicono - e se vedete qualcosa di sospetto segnalatecelo. Anche se trovate qualche animaletto morto, va fatta la perizia veterinaria e decretata la morte per avvelenamento. Procederemo noi a denunciare. E' importante diffondere il messaggio che oggi, per fortuna, commettere gesti come questo è un crimine”. Ed è bene che lo sappiano per prime le persone che comprano lumachicida da mischiare con carne fresca e cibo vario pronto a sterminare gli animali: la legge persegue il reato.