Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Consiglio alle 8.30 di lunedìpenalizzati consiglieri e cittadini"

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

La minoranza consiliare va all'attacco: il consiglio comunale è stato convocato di lunedì mattina, con poco preavviso, mettendo in difficoltà diversi consiglieri. E' questo il senso di una nota inviata dal gruppo di opposizione che ricorda come si trattasse dell'ottavo Consiglio della legislatura a Poggio Nativo, “il primo dopo quello dell'8 giugno che tanto scalpore ha fatto nell'opinione pubblica. Del resto all'ultimo Consiglio - spiega la nota - il vicesindaco Antonini, visto che come minoranza ci siamo permessi di fare opposizione e quindi di dire la nostra e far sentire il nostro eventuale dissenso su diversi punti all'odg, oltre che di pubblicizzare al massimo, tramite la rete, gli sms e il passaparola la tenuta dell'assise consiliare, facendo sì che l'aula risultasse piena di cittadini e persino della stampa, ci aveva ‘minacciato' di convocare i prossimi consigli o alle 8 di mattina o alle 12 della notte di un giorno feriale, cosicché tanto fastidioso pubblico non vi sarebbe stato! E' stato di parola ed infatti con appena 5 giorni di preavviso, quelli previsti per legge per un consiglio straordinario, senza procedere alla pubblicazione sull'albo pretorio (prevista dall'art. 20 del tuel) ha convocato il Consiglio alle 8.30 di lunedì mattina, nonostante fosse all'odg punti come il ripiano del disavanzo di amministrazione di circa 450.000 euro, calcolato dopo il riaccertamento straordinario dei residui, l'approvazione delle aliquote Imu, Tari, Tasi. Così facendo poi - continua la minoranza -, oltre ad aver ovviamente limitato la partecipazione dei cittadini, sei in tutto i presenti se si escludono i dipendenti comunali, ha però reso impossibile la partecipazione persino ai consiglieri, assenti in 3, due di maggioranza e uno di opposizione".