Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Biometano, pericoli non solo per Vazia"

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

"Come comitato cercheremo di coinvolgere i residenti della zona e la città per salvaguardare l'ambiente e la salute dei cittadini. Non rimarremo fermi”. Così qualche tempo fa dichiarava al Corriere di Rieti il presidente del Comitato La Rotonda, Ugo Andrea Matteocci. La fermezza e le convinzioni rimangono le stesse e domani pomeriggio (venerdì 22), alle 18.30, presso la sala parrocchiale della chiesa di Vazia, è stata convocata un'assemblea pubblica per aggiornare i presenti sulla situazione e i tempi delle autorizzazioni per la costruzione di un impianto per la produzione di biometano in prossimità dell'abitato di Madonna del Passo su progetto di Enersi. “Sito – dice Matteocci – limitrofo a infrastrutture importanti quali l'ospedale, la Casa Circondariale e le strutture scolastiche, commerciali e industriali. Per questo abbiamo esteso l'invito anche ai cittadini delle frazioni pedemontane di Vazia, Lisciano, Madonna del Passo, Lugnano, Cupaello, Castelfranco e dei quartieri di Campoloniano e Villa Reatina a partecipare numerosi all'incontro di venerdì pomeriggio”. Non è un caso che la Direzione regionale politiche ambientali, in merito al progetto di Enersi, avesse chiesto approfondimenti in merito alle attività di compostaggio riguardanti la gestione dell'impianto visto che sussisterebbero delle problematiche relative alla presenza del vincolo paesaggistico per il Comprensorio del Monte Terminillo e di edifici sensibili e zone abitate.  pa. cor.