Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elexos e aziende del cratere all'attenzione del Governo

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Nel decreto “salva crisi aziendali” accolte le raccomandazioni dell'onorevole Paolo Trancassini (FdI) in favore delle imprese del cratere sismico e della reatina Elexos. “Un decreto con un nome così ambizioso, ‘salva crisi aziendali', ci arriva blindato, e questo è un gravissimo errore perché noi abbiamo il dovere di interpretare le necessità e le difficoltà dei territori; se ci viene impedito di intervenire abbiamo già precluso un'opportunità alle aziende in difficoltà e che rappresentiamo”. Attraverso alcuni ordini del giorno, l'onorevole ed ex sindaco di Leonessa ha portato l'attenzione del Governo sulle aziende del cratere sismico e sulla vertenza Elexos. “Ho chiesto al Governo di dedicare un impegno particolare a tutte quelle realtà ricadenti nel cratere sismico - aggiunge Trancassini -, che nel 2016 iniziavano il percorso più disastroso degli ultimi trenta anni, quello di una ricostruzione, anche economica, che non esiste. Ho richiamato l'attenzione su Rieti, zona di crisi industriale complessa, su Elexos ex Schneider e i suoi 43 dipendenti, che hanno fatto sacrifici enormi e concreti rinunciando ad oltre tre milioni di euro purché fosse salvato il sito produttivo, un esempio questo in controtendenza con quanto propone il Movimento 5 Stelle con il reddito di cittadinanza, un esempio di grande dignità che non possiamo che ammirare e ripagare con la giusta moneta. Il parere favorevole del Governo alle mie richieste - conclude l'esponente di Fratelli d'Italia - è già un buon risultato, ed è ciò che mi aspettavo dal decreto salva crisi”.