Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Folla di persone e corteo di bici per l'ultimo saluto ad Alessandro Salustri

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Erano tante, tantissime, in centinaia, le persone che questa mattina hanno voluto portare il loro ultimo saluto ad Alessandro Salustri, l'imprenditore 43enne morto martedì sera mentre percorreva la provinciale 8 sulla sua mountain bike. La grande chiesa di San Giovanni Battista, a Campoloniano, non è riuscita a contenere tutti. Il corteo funebre era partito dall'obitorio dell'ospedale de' Lellis, preceduto da un nutrito gruppo di ciclisti - oltre 150 - guidato dalla moglie e dalla figlia di Alessandro, Laura e Martina. Tra loro i ciclisti della Velino Mtb Rieti, il club cui era iscritto Alessandro, e delle altre società reatine. Particolarmente toccante la celebrazione di Don Lorenzo - la messa è stata concelebrata da don Fabrizio (che sposò Alessandro e la moglie) e da un sacerdote di Coltodino - quando si è rivolto ai piccoli Martina e Gabriele (i figli della vittima). "Sui pascoli del paradiso Alessandro sarà con la sua bicicletta", ha anche detto. Pieno fino all'inverosimile il grosso spazio antistante la chiesa.