Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Segnali interattivi multilinque per i turisti, i disabili e i bambini lungo il Cammino di Francesco

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

L'innovazione incontra San Francesco. Ieri pomeriggio, lunedì 23,  al museo civico (via Sant'Anna, 4) si è tenuta la presentazione dell'atelier “Il Cammino di Francesco”. Nello showroom allestito per la speciale occasione, è stato possibile vedere dal vivo tutte le soluzioni innovative che sono state messe in campo per rendere più fruibile da parte di pellegrini e turisti il percorso di fede: tra queste, una segnaletica turistica interattiva grazie alla quale accedere alle informazioni storico-culturali in più lingue, audioguide, videoguide in Lis (linguaggio per i sordi), virtual tour per i disabili, realtà virtuale dei principali luoghi di interesse e cartoni animati in realtà aumentata per bambini. Addirittura, un San Francesco a fumetti prenderà vita per raccontare la sua storia, città per città, grazie a una voce d'eccezione, quella del professor Vittorio Maria De Bonis, noto critico d'arte. Una realtà che sarà calata lungo il Cammino di Francesco, percorso che ruota attorno alla Valle Santa attraversando i comuni di Rieti, Contigliano, Greccio, Colli sul Velino, Labro, Rivodutri, Poggio Bustone, Cantalice e Morro Reatino, per ripercorrere le tappe fondamentali della vita del santo.  A fare da sfondo al progetto, la creazione di una colonna sonora, scritta e interpretata dal jazzista Marco Guidolotti, che per l'occasione è andato alla riscoperta dei suoni e delle atmosfere naturalistiche che accompagnarono il Poverello d'Assisi nel suo percorso. Una musica che i turisti potranno ascoltare durante tutto il cammino, sempre attraverso l'uso della segnaletica interattiva. La colonna sonora è stata eseguita dal vivo ieri al museo, con un concerto speciale al termine del quale sono state regalate, a tutti gli ospiti, delle copie a edizione limitata di un libretto interattivo che racconta San Francesco con l'utilizzo delle più avanzate tecnologie di comunicazione visiva. Ad allietare il tutto un buffet per scoprire i sapori e le tipicità del territorio. Il progetto - che andrà a impreziosire il cammino di fede reatino così tanto bisognoso di attenzioni e di cura per diventare attrattivo come meriterebbe - è stato realizzato grazie al bando “Atelier Arte, Bellezza e Cultura” attraverso un'azione cofinanziata con fondi europei Por Fesr-Fse e fondi regionali e sottoscritta tra Regione Lazio e i Comuni di Rieti, Roma, Civita di Bagnoregio, Cassino e Formia.