olive

RIETI

Olivicoltura in Sabina da profondo rosso

12.08.2019 - 18:05

0

Sabina e olivicoltura: la situazione è drammatica. A parlare per primi sono i numeri: 2.000 ettari di oliveti totalmente compromessi che andranno sostituiti attraverso reimpianti, il che comporta perdere milioni di euro di produzione e circa 1 milione di giornate lavorative, con conseguenze disastrose per il tessuto economico e sociale del territorio. Le piante sono state defogliate e hanno riportato cortecce spaccate, rami rotti e gemme bruciate. Il danno stimato, solo per la Sabina, secondo la stima fatta da Unaprol (consorzio olivicolo italiano) è di circa 34 milioni di euro, senza calcolare l’indotto su tutta la filiera, a partire dal settore della trasformazione e le conseguenze che si avranno per la produzione dei prossimi 3 anni. Alan Risolo, presidente di Coldiretti Rieti, non esita a definirsi “arrabbiato” oltre che preoccupato “il problema nasce dalla gelata del febbraio 2018, che aveva portato ad una escursione termica di ben 30° nell’ambito di soli due giorni passando da - 15°a + 15°. Parliamo di un evento eccezionale. Uno shock termico che ha portato il danneggiamento di molte piante di ulivo, c’è stato un calo produttivo importante dal quale non siamo stati ancora in grado di riprenderci. L’unico modo per uscire da questa situazione è poter attingere a risorse esterne, nazionali e regionali. Con la Regione abbiamo fatto intere giornate di studio e di lavoro, delle conferenze, un lungo percorso per definire al meglio le misure da mettere in atto, un lavoro molto intenso che però ha generato delle scatole vuote. Era stato creato un pacchetto che prevedeva la misura 5.1 nel Psr per il ripristino del potenziale produttivo ed una misura straordinaria per compensare il mancato reddito, ma non ci sono state messe le risorse necessarie, e nessuno di questi due interventi ha ancora visto la luce, nonostante un anno e mezzo di collaborazione. Tutta la filiera è bloccata, dall’avventizio, l’operaio che dovrebbe fare le potature, che non essendoci soldi non viene chiamato, al produttore che si ritrova le piante danneggiate e non può far sì che queste vadano a frutto, ma anche il frantoiano, così come il confezionatore: ogni singolo anello della filiera è danneggiato. Un danno importante, se si pensa che nella Sabina reatina l’80 % delle colture sono oliveti. Un danno enorme di cui non si sta tenendo conto nella giusta maniera, impiegare un anno e mezzo per fronteggiare un evento calamitoso è assurdo. In questo periodo la Regione ha “aperto” altre misure in sostegno all’agricoltura di cui si sentiva molto meno il bisogno. Questo mi ha fatto molto arrabbiare, la Sabina è olio e siamo tutti in enorme difficoltà. Quello che noi vogliamo sollecitare è la pubblicazione della misura 5.1 del Psr, che potrebbe permettere di ripristinare la normalità”.

Alessandro Toniolli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"L'ufficiale e la spia", Seigner: contro razzismo e fake news

"L'ufficiale e la spia", Seigner: contro razzismo e fake news

Roma, (askanews) - Un'accurata ricostruzione, la storia di come un singolo uomo possa superare ogni barriera in nome della giustizia, un monito per il futuro in un momento in cui l'antisemitismo ha ripreso piede: il film di Roman Polanski "L'ufficiale e la spia", nei cinema dal 21 novembre, è questo e molto altro. A Roma il produttore Luca Barbareschi e l'attrice Emmanuelle Seigner, moglie del ...

 
Pa, Pittella: europeizzare dipendenti e formarli alle regole Ue

Pa, Pittella: europeizzare dipendenti e formarli alle regole Ue

Roma, 18 nov. (askanews) - Europeizzare la pubblica amministrazione italiana, formare i dipendenti pubblici alle regole e ai meccanismi che governano le istituzioni dell'Unione per poter utilizzare al meglio le risorse che dal bilancio europeo vengono messe a disposizione degli Stati membri. E' la riflessione che il senatore Gianni Pittella, componente della Commissione politiche europee di ...

 
Il trailer de "Il primo Natale", nuovo film di Ficarra e Picone

Il trailer de "Il primo Natale", nuovo film di Ficarra e Picone

Roma 18 nov. (askanews) - Arriverà nei cinema il 12 dicembre il nuovo film del duo comico Ficarra e Picone, "Il primo Natale". A due anni dal successo de "L'ora legale" tornano come registi e interpreti di una storia molto "natalizia". Qui vediamo il trailer ufficiale del nuovo film che ne anticipa l'uscita. I due attori siciliani interpretano Salvo e Valentino, un ladro e un prete, che si ...

 
Pa, Castaldo: serve salto di qualità e migliore uso risorse

Pa, Castaldo: serve salto di qualità e migliore uso risorse

Roma, 18 nov. (askanews) - Ospite del quarto Congresso della Federazione Lavoratori Pubblici (Flp) che si è svolto a Salerno, il Vicepresidente del Parlamento europeo, Fabio Massimo Castaldo, ha sollecitato la pubblica amministrazione italiana a compiere quel salto di qualità che possa consentirle di essere, in Europa, locomotiva della modernizzazione e non semplicemente il vagone di un treno che ...

 
Renato Zero scatenato con i fans: "Bisogna darsi appuntamento anche per..."

Il concerto

Renato Zero scatenato con i fan: "Bisogna darsi appuntamento anche per..."

"Siamo ridotti così. Ormai bisogna darsi un appuntamento anche per...". Uno scatenato Renato Zero ringrazia i fans a modo suo durante il secondo concerto di Firenze in un ...

16.11.2019

Renato Zero in concerto, "Nei giardini che nessuno sa" tra gli applausi

Lo spettacolo

Renato Zero in concerto, "Nei giardini che nessuno sa" tra gli applausi Video

Un concerto straordinario. Renato Zero in un Nelson Mandela Forum di Firenze strapieno, venerdì 15 novembre ha letteralmente mandato in delirio i suoi fans con uno spettacolo ...

16.11.2019

Chiara Ferragni nuda su Instagran: ecco la foto

L'INFLUENCER SENZA VELI

Chiara Ferragni nuda su Instagram: ecco la foto

Chiara Ferragni ha postato su Instagram una sua foto nuda e subito i suoi fan sono andati in visibilio. La foto (che vedete dopo il testo) la ritrae seduta su un letto, ...

16.11.2019