Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Musica, teatro e folklore. La Fondazione Varrone promuove "Ritorno a San Giorgio"

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Un calendario ricco di eventi quello presentato a Palazzo Potenziani dalla Fondazione Varrone, che a luglio e agosto animerà Rieti con l'intento di rivitalizzare il centro storico cittadino e alcuni tra i più suggestivi borghi della provincia, promuovendo al contempo le bellezze artistiche e naturali di questi luoghi oltre il perimetro locale. A Rieti, dal 5 luglio al primo agosto spazio a “Ritorno a San Giorgio”, restituendo all'animazione culturale la piazzetta delle Officine Varrone, con tre spettacoli teatrali e due concerti sotto la direzione artistica di Paolo Fosso e Raffaello Simeoni. Venerdì, alle 21, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Il corpo perfetto” di e con Lavinia Savignoni; sabato 13 luglio Simeoni presenterà per la prima volta alla città il suo ultimo lavoro “Orfeo Incantastorie”; il 19Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo porteranno in scena “L'Iliade” di Omero nella riscrittura di Alessandro Baricco e il 26 torna la musica con “La Ricciulina e altre storie”, di Fausta Vetere e Corrado Sfogli, della Nuova Compagnia di Canto Popolare. Il primo agosto saliranno sul palco Fosso e Simeoni con “Le colonie del Granduca”. Dal 20 luglio al 4 agosto la Valle del Turano ospiterà la rassegna “Teatro Altrove” con il Teatro Potlach e il Gruppo Jobel: il 20 e 21 al Castello di Rocca Sinibalda, il 27 e 28 luglio a Borgo Antuni, il 3 e 4 agosto all'abbazia di San Salvatore Maggiore. La rassegna è organizzata insieme ai Comuni di Rocca Sinibalda, Castel di Tora e Concerviano, alla Riserva Naturale Cervia e Navegna e alla Comunità montana del Turano. Nella Valle del Velino il 20 luglio, su iniziativa del Comune di Cittareale, strumentisti e solisti dell'Accademia di Santa Cecilia si esibiranno in “Note al tramonto” sulle alture di Selvarotonda. Dal 9 all'11 agosto, Cittareale, Amatrice e Accumoli ospiteranno il festival delle “Ciaramelle”. “Dietro questo cartellone c'è lo sforzo della Fondazione di promuovere eventi che diano al territorio visibilità con luoghi bellissimi e realtà artistiche di prim'ordine, che girano il mondo con i loro spettacoli. Quindi qualcosa che non sia solo la fiera o la sagra”, ha detto il presidente Antonio D'Onofrio. Paola Corradini