Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Halloween: allarme esorcisti, 'sette a caccia di giovanissimi adepti' (2)

default_image

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - Negli anni l'avvicinamento a queste logiche e le possessioni sono cresciute. “Questo perché – evidenza l'esorcista - sono aumentate le persone che escludono Dio nella loro vita e automaticamente avvicinano il maligno. L'uomo è libero di scegliere, nessuno fa niente. Dio potrebbe e non la fa e Satana non può perché Dio non lo permette. Halloween è l'esaltazione degli spiriti maligni, è qualcosa di distorto che contamina la bellezza dell'uomo”. La ‘notte oscura' spiega l'esorcista “è un canto alla morte, all'orrore e alla paura. Vedere questa festa come qualcosa di innocuo è da ignoranti e sprovveduti. Si rischia di mettere una mentalità mortifera nei giovanissimi. Informiamoci. Perché chi promuove Halloween non sa la storia oppure la sa e lo fa di proposito per portare le persone a una logica magica e superstiziosa che rinnega Dio e porta avanti il maligno che si infila in questa logica”. Persiste soprattutto nei genitori un problema di informazione e responsabilità. “Da parte loro – precisa Padre Carlin - c'è un'ignoranza abissale. E' chiaro che un bambino in questo giorno vede solo un modo in cui mascherarsi, ma un adulto responsabile, dovrebbe cambiare il significato di questa festa e trasformarla in una celebrazione della vita. Si può far vestire i figli come dei santi che sono testimoni autorevoli del cristianesimo, che inneggiano alla vita e che possono dare un senso educativo alla crescita del bambino”. A Padre Carlin si unisce Don Antonio che ritiene necessario "Agire soprattutto a livello di parrocchie, di gruppi, di catechismo e impedire che i ragazzi festeggino Halloween soprattutto negli spazi parrocchiali". Anche il noto ‘dolcetto o scherzetto' non è ritenuto un gioco innocente ma un messaggio che sancisce il funerale della vita e che ne nasconde di occulti e satanici. “Questo gioco è una alterazione dell'antico detto ‘benedizione o maledizione' che i druidi ripetevano bussando alle porte delle persone chiedendo delle offerte. E' qualcosa di pesante e pericoloso”. Parlare di tutto questo è contro tendenza e rischia di far isolare chi lo fa. “Purtroppo dire la propria su questo – avverte l'esorcista – significa diventare impopolare, da scartare e allontanare. Bisogna stare attenti a come ci si esprime. Facilmente si inneggia all'omofobia e al terrorismo perché non si produce un pensiero conforme alla moda. Molti dimenticano che tante persone sono cadute nella magia e nell'esoterismo proprio durante questa ricorrenza”.