Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, sequestro campo rom Castel romano. Raggi: "Acceleriamo azioni salute pubblica"

  • a
  • a
  • a

 "Uno dopo l’altro supereremo i campi rom di Roma: continueremo ad aiutare chi ha realmente bisogno e useremo il pugno duro nei confronti di chi non ha diritto ad alcuna assistenza e vive sulle spalle degli altri". Così in un post su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi.

"Nei mesi scorsi abbiamo avviato alcune importanti operazioni di bonifica e messa in sicurezza del campo di Castel Romano, nella periferia sud della città: una azione programmata anni fa e finalmente in via di definizione. Il Tribunale di Roma ha disposto il sequestro preventivo del campo di Castel Romano: un ulteriore passo avanti nel percorso intrapreso. Il provvedimento consegna all’amministrazione nuovi strumenti giuridici e una maggior operatività nelle attività di controllo e sorveglianza dell’area, consentendoci di accelerare nelle azioni a tutela della salute pubblica. Gli interventi per fronteggiare la situazione igienico-sanitaria sono già partiti, ma la decisione del Tribunale li renderà ancor più incisivi", continua la sindaca.

 

"Circa mezzo milione di euro è stato stanziato per rimuovere i rifiuti e bonificare il campo. Un presidio fisso della Polizia Locale limita l’accesso all’area esclusivamente alle persone autorizzate. Nei varchi di accesso al campo sono state installate barriere fisse in cemento, tipo new jersey, per impedire l’ingresso dei veicoli e prevenire lo sversamento illecito di rifiuti. Non ci fermeremo qui. L’area F del campo, quella caratterizzata dalle condizioni più delicate, a settembre verrà liberata. Un obiettivo che raggiungeremo anche grazie all’intervento del Tribunale di Roma", conclude la prima cittadina.