Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Ostia, allaccio abusivo alla rete elettrica: arrestati madre e due figli

Durante i controlli dei carabinieri sono state arrestate, per vari reati, altre 5 persone

  • a
  • a
  • a

Continua l’attività di controllo del territorio dei Carabinieri di Ostia anche nel fine settimana, che ha portato all’arresto di 8 persone. In particolare, i militari sono intervenuti presso un cantiere edile per la ristrutturazione di una palazzina di via Costanzo Casana, dove hanno sorpreso un 45enne romano, già noto alle forze dell’ordine, che armato di tronchesi, aveva già forzato e aperto il portellone di un furgone parcheggiato all’interno dell’area e aveva asportato numerosi attrezzi dal suo interno. Il ladro è stato immediatamente arrestato per tentato furto aggravato ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa delle decisioni del magistrato, mentre la refurtiva, per un valore di oltre 5.000 euro, è stata interamente recuperata e restituita al proprietario dell’impresa edile. A Fiumicino, i Carabinieri hanno arrestato una 62enne ed i suoi due figli, di 40 e 36 anni, per il reato di furto aggravato. Nel corso di un controllo, svolto con la collaborazione del personale della società che gestisce la distribuzione di energia elettrica, hanno accertato che i tre avevano effettuato un allaccio abusivo al contatore condominiale, di uno stabile in via Tago, che consentiva loro di sottrarre energia elettrica per rifornire la propria abitazione. Nel proseguo dei servizi di controllo a Fiumicino, i Carabinieri hanno arrestato un cittadino cinese, 42enne, per evasione. L’uomo, che stava scontando una condanna agli arresti domiciliari per reati di droga, è stato sorpreso a passeggiare tranquillamente per le vie limitrofe, in palese violazione delle prescrizioni imposte dal provvedimento. L’evaso è stato nuovamente arrestato e sopposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida. Sempre per evasione è stato arrestato anche un 45enne, sorpreso mentre camminava in via Vasco de Gama, nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. L’uomo è stato arrestato e nuovamente sottoposto alla detenzione domiciliare in attesa dell’udienza di convalida.